Superato il numero di abbonamenti della stagione 2019/2020. Era l’obiettivo iniziale, quello che la società rossoblu non aveva nascosto di voler raggiungere in sede di presentazione a Villa Rostan, ed è stato raggiunto: andare oltre le 18.872 tessere staccate nell’estate di tre anni fa.

Al Ferraris, al netto di quelli che saranno gli ingressi di partita in partita con biglietto, il Grifone avrà sempre 19mila abbonati al proprio fianco. Un numero altissimo non soltanto per la Serie B, ma per l’intero panorama calcistico in Italia. A guidare tutto la Gradinata Nord, esaurita da oltre un mese.

Non vedo l’ora di vedere i nostri tifosi – ha detto Blessin poche ore fa in conferenza stampa – Ci saranno numeri da Serie A per una partita come Genoa-Benevento? Perché i nostri tifosi sono da Serie A”. Il numero degli abbonati, peraltro, che potrebbe ancora accrescersi nelle prossime ore visto che la campagna abbonamenti resterà aperta anche domani, sabato 20 agosto, giorno della prima gara casalinga di campionato contro il Benevento.

Una gara, quella coi sanniti, che vedrà anche “esordire” i Grifoni della Sud. Un progetto nato via social che promette di poter dare una grande mano al tifo del Tempio rossoblu. Del resto, basta trattenersi qualche minuto sulla pagina di TicketOne per rendersi conto che la parte inferiore della Gradinata Sud è stata occupata ben oltre la metà (quasi 4700 gli abbonamenti venduti tra area Parterre, esaurita, e Gradinata Sud Inferiore), con un numero di abbonamenti totale per la Gradinata che sta dirimpetto alla Nord che sicuramente è destinato ad avvicinarsi sensibilmente alle 6mila unità nelle prossime ventiquattro ore (ad oggi i posti disponibili risulterebbero essere di poco superiori a 2000). Buonissima anche l’adesione nel settore dei Distinti.


Genoa, Blessin: “Dobbiamo dare il 100%, la strada è ancora lunga”