Precedenti fra Genoa e Benevento non ve ne sono, in nessuna categoria, ma la partita del “Ferraris” che andrĂ  in scena sabato all’anti-vigilia di Natale assume comunque un peso rilevante. Se il Benevento è ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale ed è ben distante dal record negativo di punti collezionati in un campionato a 20 squadre nell’era dei 3 punti (il record lo detiene il Brescia della stagione 1994/95 con 12 punti, ndr), il Grifone della sua prima vittoria in casa di fronte al proprio pubblico, dove sono solamente due i punti racimolati.

Si parla di un bilancio in pareggio quello che emerge dalle prime volte di una matricola in casa del Genoa. Nel 2016/2017 fu la volta del 2-2 contro il Crotone. La stagione precedente, 2015/2016, ecco la vittoria per 4-0 contro il Frosinone ma anche la sconfitta per 1-2 da parte del Carpi. Nel 2013/2014 altro successo, stavolta per 2-0 sul Sassuolo.

Nel 2008/2009 ci fu il primo Genoa-Chievo (anche se i clivensi in Serie A stazionavano dal 2001/2002) che terminò col segno X, 2-2. Discorso simile l’anno prima, 2007/2008, in occasione di Genoa-Siena (perché i toscani erano approdati nel massimo campionato in occasione del torneo 2003/2004) chiuso col KO per 1-3. Insomma: 2 successi, altrettanti pareggi, 2 sconfitte. Dodici gol messi a segno e nove incassati.

Sono queste le premesse per Genoa-Benevento, match che farĂ  il suo debutto nella Serie A sabato pomeriggio, nel turno pre-natalizio. I sanniti, ultimi in classifica e distanziati di 13 lunghezze dal Genoa, vantano il non invidiabile primato di peggior difesa del torneo con ben 40 gol subiti. Ma se in casa, con 22 reti al passivo, hanno fatto peggio di tutti gli altri diciannove club, lontano dal “Vigorito” sono riusciti a mettersi alle spalle un’altra squadra rossoblĂą, il Crotone, concedendo 18 gol come il Sassuolo.

In trasferta sono anche l’attacco meno prolifico: 3 centri, il primo, storico proprio al Ferraris lo scorso 20 agosto contro la Sampdoria (mentre gli altri due sono arrivati a Cagliari e allo Stadium di Torino). A segnarne due su tre fu il numero 10 giallorosso, Ciciretti, autore anche del primo gol dei sanniti in cadetteria il 27 agosto del 2016 e oggi in odore di Napoli.

Da segnalare che in questa stagione il Grifone dopo un impegno in Coppa Italia ha sempre raccolto punti in campionato: 0-0 in casa del Sassuolo dopo il 2-1 sul Cesena; 1-0 a Verona, sponda Hellas, dopo l’altro 1-0 sul Crotone.

TI POTREBBE INTERESSARE…

https://www.buoncalcioatutti.it/2017/12/21/var-sport-asamoah-non-entra-per-fare-male-ma-il-rigore-poteva-essere-riconfermato-al-var/