Il tecnico del Benevento Roberto De Zerbi ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla sfida contro il Genoa, prevista per sabato pomeriggio alle ore 15 al Luigi Ferraris. Riportiamo di seguito un estratto con le dichiarazioni dell’allenatore.

Sul Genoa: “Il mio futuro è soltanto rivolto alla gara contro il Genoa, a Benevento mi trovo benissimo. Non stanno arrivando i risultati e mi prendo le responsabilitĂ  che ho, ma non tutti se le sono prese. Salirò sull’aereo per andare a vincere, voglio che si continui a giocarsele tutte come abbiamo fatto finora”.

Sul suo Benevento, che è andato a punti solamente nel 2-2 contro il Milan: “Ho visto una squadra fragile, con limiti di personalitĂ  e di carattere: queste cose le paghiamo. Le lacune di questa squadra sono evidenti, ma sotto l’aspetto dell’impegno non posso dire niente ai ragazzi. Dobbiamo restare con la testa bassa a lavorare, non per vergogna ma per far tornare ai tifosi la voglia di vivere la stagione come un sogno. Cosa penso della salvezza? Me lo tengo per me, se dico la parola salvezza mi prendono per scemo, ma nel calci non c’è nulla di scontato”.

Su Ciciretti, destinato al Napoli: “Non trattengo chi vuole andar via, era nell’aria che potesse lasciarci ma non ci ha detto niente. Essendo a scadenza di contratto, ho chiesto alla societĂ  un giocatore con le sue stesse qualitĂ . AndrĂ  in campo solo se sarĂ  concentrato”.

Su Lucioni: “La notizia piĂą positiva da quando sono qui a lavorare”.

Su De Ceglie: “Sta bene, ma ha bisogno di un periodo di tempo molto lungo per poter tornare a giocare novanta minuti. Per la nostra situazione era un azzardo, con 20 punti in classifica forse sarebbe stato diverso”.

Foto TanoPres