Alla Mewa Arena di Magonza va in scena la sfida amichevole tra il Genoa di mister Ballardini e il Mainz guidato dal tecnico danese Bo Svensson. La formazione tedesca ha chiuso la scorsa stagione al 12° posto in Bundesliga recuperando in classifica dopo un avvio di stagione molto complicato. In questa fase di preparazione estiva ha già affrontato altre tre amichevoli con Wurzburger Kickers (vittoria per 2-1), Liverpool (sconfitta per 1-0) e Gaziantep (vittoria per 1-0). Quella odierna sarà la quarta e si giocherà su 120′ di gioco suddivisi in quattro tempi da mezz’ora ciascuno.

Tra le file rossoblu mancheranno Sirigu e Hernani (ancora da ufficializzare), ma anche Serpe, Radovanovic e Shomurodov, già da questa mattina a Villa Stuart per sostenere le visite mediche prima di firmare il suo nuovo contratto con la Roma. Sarà l’ennesima gara di test per un Genoa che cerca conferme dai più giovani elementi aggregati alla truppa, ma che appare tutt’altro che formato, un cantiere aperto con tanti nomi che circolano, sebbene ancora da concretizzare e inserire nei meccanismi dello staff tecnico in vista dell’esordio in campionato fra tre settimane. Ci sarà la possibilità di assistere alla partita per 5mila tifosi, di cui almeno un centinaio rossoblu (per larghi tratti della partita con uno striscione di contestazione sollevato contro la presidenza). Prima della gara, come annunciato giorni fa, sono stati consegnati aiuti per le famiglie colpite dalle recenti alluvioni in Germania.


LE FORMAZIONI UFFICIALI

MAINZ (3-5-2): Zentner; St. Juste, Niakhate, Bell; Widmer, Barreiro, Kohr, Boëtius, Lucoqui; Onisiwo, Burkardt. A disposizione: Damhen, Hack, Brosinski, Papela, Kilian, Bobzien, Nebel, Nehmet, Aaron, E. Fernandes, Stöger, Szalai, Riess. Allenatore: Bo Svensson

GENOA (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Vanheusden, Criscito; Sabelli, Sturaro, Rovella, Melegoni, Cambiaso; Buksa, Destro. A disposizione: Jandrei, Andrenacci, Masiello, Favilli, Behrami, Czyborra, Jagiello, Kallon, Portanova, Ghiglione, Agudelo, Bianchi, Eyango. Allenatore: Davide Ballardini


LA PARTITA

Il Genoa, schierato secondo un 3-5-2 con Biraschi al centro della difesa affiancato da Vanheusden e Criscito, gioca in tenuta rossoblu contro un Mainz che invece veste una casacca di colore bianco. 

3’ – Pericolosa la formazione padrona di casa con Onisiwo, che raccoglie un cross teso dalla destra e cerca di battere a rete dove prima di Marchetti arriva Sabelli a chiudere lo specchio. 

7’ – Vantaggio del Mainz, ma errore clamoroso di Marchetti che su cross teso di Burkardt raccoglei il pallone, ma se lo spedisce sulle ginocchia recapitandolo in fondo alla rete. Non è sicuramente una rete attribuibile al calciatore tedesco, ma sarà autorete del portiere rossoblu. 

14’ – Fallo di Lucoqui ai danni di Vanheusden dalle parti della linea laterale di destra e punizione a favore della squadra di Ballardini. Se ne incarica Rovella della battuta, trovando Destro e la sua girata di destro che viene parata da Zentner. Prima occasione per il Grifone. 

19’ – Altro fallo di Lucoqui, questa volta ai danni di Sabelli, e nuova punizione dalla zona di destra per il Genoa.

25’Primo giallo della gara per Lucoqui, che entra una terza volta duro sulla caviglia di Criscito. Sabelli a muso duro contro l’avversario, che riceve dall’arbitro Winter la sanzione disciplinare. La zona da cui il Genoa potrà calciare l’ennesima punizione è al medesima, ossia la corsia di destra. 

27′Pareggio di Buksa con un colpo di testa pregevole ad incrociare su cross di Sabelli dalla destra. Azione innescata da Cambiaso, molto bravo ad anticipare Burkardt dalla difesa e azionare la ripartenza. Si tratta dell’ultima azione di questo primo mini-tempo da mezz’ora.


31′ – Primo cambio per il Genoa: dentro Kallon al posto di Destro. E il giovane attaccante diventa la prima punta. Biraschi si sposta centrale difensivo, in marcatura, con Vanheusden che slitta sul centrodestra.

35′ – Un buon cross di Kallon dalla sinistra non trova per pochi centimetri Sturaro, che si era inserito dalle retrovie per colpire di testa.

38′ – Arriva il primo calcio d’angolo per il Genoa. Sugli sviluppi segnerebbe Vanheusden, ma il guardalinee ravvisa una posizione di offside. Gol annullato.

48′ – Torna avanti il Mainz con Boëtius, che viene servito da Barreiro e calcia un rigore in movimento, seppur ostacolato da Sabelli. Marchetti non riesce ad opporsi e la formazione tedesca si porta sul 2-1.

52′ – In ripartenza, su errore in appoggio di Cambiaso sulla trequarti avversaria, Burkardt spreca in area di rigore la possibilità di battere a rete e tenta un dribbling di troppo permettendo a Rovella di recuperare e intercettare il suo assist all’indirizzo di Onisiwo.

58′ – Genoa che rischia di farsi una seconda autorete, questa volta con Cambiaso, che prima perde Burkardt in marcatura, poi sul successivo colpo di testa di Barreiro cerca di intervenire ma “svirgola” il pallone e per poco non lo insacca alle spalle di Marchetti in uscita. Si chiuderà con questo episodio e l’angolo successivo il secondo mini-tempo da 30′.


61′ – Il Genoa cambia diverse pedine all’inizio di questo terzo e penultimo tempo. Dentro Andrenacci, Masiello e Bianchi al posto di Marchetti, Criscito e Buksa.

63′ – Parte meglio il Mainz in questa terza frazione, cercando di trovare la via del terzo gol. Dentro Szalai al posto di Onisiwo e Nebel al posto di Burkardt.

65′ – Proprio Szalai, colpevolmente troppo libero di attaccare l’area di rigore, conclude col destro da fuori e trova solo la rimessa dal fondo.

66′ – L’attaccante ungherese si ripeterà un minuto più tardi, cercando ancora una volta la conclusione a rete, ma trovando solo la deviazione della difesa rossoblu in angolo (il quinto della gara per il Mainz).

67′ – Il Genoa si porta per la seconda volta dalla bandierina e la battuta di Rovella trova Vanheusden, che è bravo a saltare più in alto di tutti. Pallone che termina di pochissimo alto sulla traversa.

71′ – Ballardini toglie anche Sturaro, Cambiaso e Melegoni e inserisce Behrami, Czyborra e Portanova.

74′ – Masiello ammonito per aver atterrato Nemeth in fase di ripartenza: è il secondo giallo della gara.

75′ – Calcio di rigore per il Genoa, con Nemeth che atterra Bianchi al limite dell’area, pressoché sulla riga. Per l’arbitro Winter è massima punizione. Sul dischetto va proprio Bianchi che calcia sulla destra e batte Dahmen per il momentaneo 2-2.

78′ – Altro calcio di rigore a favore del Genoa per un leggerissimo tocco di Dahmen ancora una volta su Bianchi, che in pressing mette il portiere tedesco nelle condizioni di rinviare maldestramente. Proteste del Mainz, ma rigore confermato. Confermato e poi sbagliato da Bianchi, che non riesce a marcare la sua doppietta.

80′ – I portieri rossoblu continuano nel perpetrare errori in questa amichevole estiva e Andrenacci sbaglia un rinvio consegnando il pallone direttamente a Nebel, che prima innesca la ripartenza, poi viene servita da Szalai e a porta sguarnita va vicinissimo al 3-2 spedendo di poco largo, da distanza ravvicinata.

90′ – Termina sul 2-2 la terza frazione alla Mewa Arena di Magonza. Dopo un breve intervallo la quarta e ultima parentesi di questa lunghissima amichevole estiva.


91′ – Ballardini inserisce Jandrei, Eyango, Agudelo e Ghiglione al posto di Andrenacci, Vanheusden, Biraschi e Sabelli. Rovella si abbassa sulla linea dei difensori a dare il via all’azione, affiancato al centro della difesa da Masiello oltre che da Czyborra, nell’occasioni centrale di sinistra. Eyango esterno largo a sinistra, con Agudelo dietro alle due punte Kallon e Bianchi. Ghiglione a coprire la corsia di destra.

92′ – Ammonito anche Czyborra tra le file del Grifone.

95′ – Il Mainz passa in vantaggio con un tiro-cross di Szalai, che forse nel tentativo di servire i compagni a centro area beffa Jandrei e riesce a superare la linea di porta malgrado il tentativo di Czyborra di rispedire fuori la sfera.

110′ – La gara entra negli ultimi dieci minuti, ma le occasioni latitano.

120′ – Si conclude col punteggio di 3-2 l’amichevole della Mewa Arena tra Mainz e Genoa. Per la formazione rossoblu, che necessita di almeno 4/5 correttivi dal mercato, in rete sono andati Buksa e Bianchi, che avrebbe poi fallito un rigore. Gli unici a non aver preso parte alla gara sono stati Jagiello e Favilli.


TABELLINO

AMMONIZIONI: Lucoqui (25′), Masiello (74′), Czyborra (92′)

ESPULSIONI:

MARCATORI: AUT Marchetti (7′), Buksa (27′), Boëtius (48′), Bianchi (75′), Szalai (95′)