Partita divertente, nonostante il risultato finale faccia pensare il contrario: a  Copenaghen esce a testa alta Martin O’Neill, che ottiene quel che cercava portandosi in una posizione di relativo vantaggio in vista del ritorno a Dublino di martedì sera.

La palla gol più importante per gli ospiti capita sui piedi di Cyrus Christie, terzino di proprietà del Middlesbrough che si lancia a capofitto sulla fascia destra sfiorando la rete, evitata solamente da un grande intervento di Kasper Schmeichel.

Secondo tempo a tinte biancorosse, ma gli interventi di Randolph (nominato migliore in campo dalla federazione irlandese) evitano il peggio lasciando l’amaro in bocca a pubblico, giocatori e allenatore avversario. Inutile l’ingresso di Nicklas Bendtner, nativo proprio della capitale danese, colpa dei troppi errori dalla distanza con il piede di Eriksen e il clamoroso tiro fuori di Pione Sisto durante la prima frazione di gara.

Dopo aver impiegato Cornelius e Jorgensen in coppia questa sera, mister Åge Hareide potrebbe chiamare Kasper Dolberg – attualmente impegnato con l’Under 21 – per la gara di ritorno, una lotta senza precedenti senza esclusione di colpi. E se il buongiorno si vede dalla gara di andata, senza cartellini mostrati e con oltre 50 palloni allontanati dalla nazionale irlandese, ecco che martedì sera diventerà un appuntamento davvero speciale. “Tutto da giocare”.