Oggi siamo andati avanti sul capitolo Balbuena chiedendoci come sia possibile che un calciatore con questi numeri non abbia collezionato che 4 presenze in nazionale paraguaiana mentre il rossonero Gustavo Gomez, quasi mai utilizzato nel Milan, ne abbia invece totalizzate ben 23. Il sospetto, confermato anche da quanto comparso sui giornali locali, è che notizie e trattative siano state tirate in ballo ad arte dal suo procuratore.

Sulla vicenda riguardante Perin le risposte le ha date invece questo pomeriggio il direttore sportivo Mario Donatelli dicendo che “quando una dispensa è piena non la si può riempire. Prima bisogna svuotarla“. Parafrasato: prima vendere, poi comprare. Un dogma generale in casa Genoa, dove però ad oggi non si sono visti ancora elementi in entrata e dove non si sono registrate neppure le uscite che sembrerebbero dover sbloccare il mercato.

L’augurio è che a sbloccare qualcosa possa essere il Presidente Preziosi, dato in partenza nelle prossime ore, probabilmente domani, per il Medio Oriente. Si parla di una trattativa importante che va avanti da tempo, tenuta all’oscuro e senza denari “al pesto”. in particolare, si parla di una trattativa non solo per la vendita del Genoa, ma forse persino per quella della Fingiochi.

In parallelo a queste notizie, trapelate proprio in giornata, potrebbe essere lo stesso Preziosi, al suo ritorno nel fine settimana, ad annunciare qualche colpo in entrata. Per adesso purtroppo tutto tace, eccezion fatta per le dichiarazioni del ds Donatelli che vi abbiamo riportato (clicca qui per rileggerle e riascoltarle).

In tutto questo marasma di nomi e presunte trattative, per molti arriverĂ  Mandragora: ma può giocare a fianco di Veloso? Sono indubitabilmente due ottimi giocatori, ma chi dei due correrĂ  dietro gli avversari avendo le stesse caratteristiche? In questo momento solamente domande e ricerche, ma poche risposte.