C’era ancora Juric, col suo numero 21 sulle spalle, quando il Genoa vinse la sua ultima sfida interna con la Fiorentina. Era ottobre del 2009 e il Grifone vinse per 2 a 1. Oggi, nell’ambito di una partita atipica, da tecnico del Genoa, è stato capace di riportare la squadra rossoblu alla vittoria mantenendo l’imbattibilitĂ  casalinga e salendo a quota 23 punti in classifica, ultima formazione della Serie A nella colonna di sinistra della classifica. Tra questo 21 e questo 23 c’è il 22, numero di maglia del mattatore della sfida, quel Darko Lazovic capace di mettere a segno la sua prima rete in maglia rossoblu.

Ecco in pillole la conferenza stampa del tecnico rossoblu:

  • “Vittoria importante: sono contento. Sappiamo comunque di poter fare ancora meglio”.
  • “Cofie avrebbe giocato comunque. Rincon aveva la lombalgia e non avrebbe dovuto giocare Veloso”.
  • “Veloso ha fatto una signora partita e Cofie ha giocato con intelligenza”.
  • “Creammo giĂ  tanto anche nei primi 27 minuti, ma oggi abbiamo continuato su quella strada”.
  • “Lazovic ha fatto un’ottima partita, e con lui tutta la squadra. Siamo in miglioramento? Non so, ma per adesso siamo relativamente contenti perchĂ© qualche punto in piĂą ce lo saremmo meritati”.
  • “Cofie fa giocare meglio Rincon e Veloso. E’ un calciatore molto intelligente e quando gioca forse trasmette tranquillitĂ  a chi gli gioca vicino”.
  • “Veloso è stato davvero bravo ad evitare di farsi ammonire e ha giocato un’ottima gara”.
  • “Come ci si sente da ammazzagrandi? Io so soltanto che abbiamo perduto qualche punto in partite dove si è giocato anche meglio di oggi”.