Nel contesto piovoso, ma comunque pieno di tifosi rossoblu, dei Giardini Luzzati, il Genoa ha svelato la terza maglia per la stagione 2022/2023. Alla presenza della dirigenza rossoblu al completo con l’AD Andreas Blazquez e il Direttore Generale corporate Flavio Ricciardella e di Bresh, autore della canzone “Ho un Guasto d’Amore” cantata assieme al pubblico, oltre che di un dj set organizzato da Radio 105, il primo passaggio sarebbe stata presentazione delle giocatrici che comporranno il prossimo Genoa Femminile. Prima le parole di mister Oneto:

”Questo è un percorso femminile che nasce con il nostro responsabile Santo Bignone, che quest’anno ha voluto regalarci una categoria diversa, che è la Serie b. Sappiamo tutti quanto sia importante la categoria e soprattutto la maglia che indossiamo. Le ragazze lo sanno e quelle nuove impareranno a conoscerla. È una maglia che, chi è qua, sa cosa vuol dire indossare. Ha un peso e un’importanza particolare, noi daremo tutto e se possibile un po’ di più per onorarla al massimo in tutta Italia. Faremo il massimo. La squadra due anni fa era la più giovane d’Italia, l’anno scorso quella più giovane del girone e quest’anno sarà una delle più giovani della B. Questo conta poco perché comunque in campo ci si va sempre per dare il massimo e per giocare un calcio piacevole e produttivo. Molte di queste ragazze sono genoane, qualcuna ha davvero il Grifone tatuato. Quindi chi ha questo sentimento ancora di più sa l’importanza di questa avventura. Il ringraziamento va alla società che ci ha regalato questa cosa. Questo è un regalo importante e noi, come regalo, dobbiamo per forza onorarlo”.

Aspettiamo tutti voi alla partita, alla partita d’esordio delle ragazze. Vi aspetto lì – ha esordito Blazquez – Il 18 settembre in casa gioca la squadra e allora tutti con la squadra femminile. Volevo ringraziare i Giardini Luzzati, che ho conosciuto due mesi fa. Mi hanno portato qui e sono rimasto colpito dal posto e dal grande lavoro che avete fatto qui. Ringrazio anche la città perché sono stati molto con noi in questo processo difficile ma emozionante. Una cosa importante e che si vede dagli abbonamenti, che ora non so quanto siano… Flavio, quanti sono? (si rivolge a Riccardella, ndr)”. “Siamo a ventimila abbonamenti – spiega Ricciardella – Allora, sono dodici anni che non si facevano tanti abbonamenti e quello siete voi che l’avete fatto. Mancano ancora pochi giorni, facciamo il massimo per i giocatori e per vedere lo stadio pieno. Stiamo lavorando per la Serie A. Vi ringrazio”. Ecco poi il momento della terza maglia, subito indossata da Bresh. La fantasia presente sulla maglia, che ha logo e sponsor tecnico in evidenza è di colore rosso, richiama il design architettonico dello stadio Ferraris. Nel finale di serata sarebbero arrivati anche Radu Dragusin, Mattia Bani e Kevin Strootman a presentare le tre maglie in sequenza.


Genoa, anticipi e posticipi dalla 7° alla 9° giornata