Una gara che si preannuncia combattuta quella che metterà di fronte Bologna e Genoa alle ore 18.30 al Dall’Ara. Entrambe le formazioni sono reduci da due sconfitte, differenti per punteggio e per dinamiche, ma comunque due passi falsi che le richiamano immediatamente all’ordine e al rimettersi in carreggiata.

Ballardini, alla sua panchina numero 250 in Serie A (108 col Genoa, settimo allenatore della storia per presenze), vorrà ripartire dalle buone indicazioni del secondo tempo di Cagliari, ultima trasferta, e dal discreto ordine tattico visto contro la Fiorentina per almeno un’ora di gioco. Mihajlovic, dal canto suo, vuole vedere una squadra che faccia quello che sa fare, senza quegli errori che hanno permesso all’Inter di dilagare.

Da segnalare che il Bologna giocherà col lutto al braccio per ricordare l’improvvisa scomparsa di Romano Fogli, dodicesimo calciatore per presenze nella storia felsinea, nonché tra coloro che vinsero l’ultimo scudetto del 1964 con la maglia del Bologna. Arbitrerà Fourneau della sezione di Roma, assistito al VAR dal livornese Banti.


IL NOTIZIARIO

Nessun tesserato rossoblu parlerà né prima né dopo la partita ai microfoni di DAZN, ma il tecnico rossoblu interverrà solamente in conferenza stampa dalla pancia del Dall’Ara. A tal proposito, al società rossoblu fa sapere che non si tratta di un silenzio stampa. Prima del fischio d’inizio viene anticipato che vi sarà un minuto di silenzio in memoria del già citato Romano Fogli. Meteo variabile e cielo in pravalenza sereno a Bologna, dove sono percepiti all’incirca 21 gradi centigradi.


LE FORMAZIONI UFFICIALI

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Medel, Bonifazi, Hickey; Svanberg, Dominguez; Orsolini, Soriano, Barrow; Arnautovic. A disposizione: Bardi, Binks, Soumaoro, Theate, Sansone, Skov Olsen, Mbaye, Santander, Van Hooijdonk, Dijks, Vignato, Cangiano. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Cambiaso, Bani, Maksimovic, Criscito; Badelj, Rovella; Kallon, Hernani, Fares; Destro. A disposizione: Vanheusden, Berhami, Bianchi, Vasquez, Ghiglione, Masiello, Melegoni, Pandev, Portanova, Tourè, Sabelli, SemperAllenatore: Davide Ballardini.


LA PARTITA

Genoa in tenuta bianca con una banda orizzontale rossa e blu. Bologna con la consueta divisa casalinga. Soriano e Criscito i due capitani.

1′ – Dopo una falsa partenza, Fourneau fa ribattere il calcio d’inizio del Genoa. Un Genoa che dopo 37 secondi si rende subito assai pericoloso con Fares, servito dalla destra da un cross di Badelj. Skorupski devia il mancino di potenza e il successivo tentativo di Kallon finisce in curva.

5′ – Gara frizzante, che vede le due squadre affrontarsi a viso aperto. Ci prova Fares con un sinistro dalla distanza: conclusione velleitaria che termina abbondantemente fuori misura. In questo frangente si sarebbe potuto fare di più visto che l’azione scaturiva da un errore in disimpegno di Hickey.

6′ – Risponde subito il Bologna conquistando il primo angolo della partita dalla zona di sinistra. Maksimovic prima va al contrasto aereo, poi innesca una ripartenza di Kallon.

7′ – Primo angolo della gara anche per il Grifone, che spinge con convinzione sugli esterni mostrando un buonissimo approccio alla gara. Sugli sviluppi del corner Arnautovic copre e spazza il pallone direttamente in fallo laterale.

10′ – Genoa che attacca con continuità e tiene la difesa molto alta, sicuro di poter dire la sua nel condurre il pallone del gioco. Bologna che si chiude con qualche affanno, ma senza concedere la conclusione in porta.

17′ – Ci prova Cambiaso accentrandosi per la terza o quarta volta dalla corsia di destra. Il mancino rimane strozzato e Skorupski la fa sua senza apprensioni. Ma è un Genoa propositivo.

19′ – Un fallo di Rovella su Dominguez assicura al Bologna una punizione da zona centrale che Svanberg scodella in area di rigore: Sirigu anticipa con sicurezza Arnautovic e innesca la ripartenza di Kallon, bravo a contendere un pallone a due difensori felsinei. L’azione proseguirà in attacco per il Grifone, ma senza esito.

22′ – Destro pescato in fuorigioco su verticalizzazione di Criscito dalla propria metà campo. L’offside non sembra esserci, ma è comunque bravo Bonifazi a chiudere sull’attaccante avversario.

24′ – Secondo calcio d’angolo per il Bologna su chiusura di Bani. La formazione padrona di casa cerca uno schema, ma l’arbitro Fourneau è molto attento e vede un contatto tra De Silvestri e Bani e ferma il gioco.

25′ – La squadra di mister Mihajlovic va per la terza volta dalla bandierina. Altro schema cercato, questa volta il taglio di Dominguez sul primo palo, ma la deviazione aerea del mediano argentino è alta e fuori dallo specchio. Si riparte dal fondo.

26′ – Gioco fermato dall’arbitro per un colpo al volto che Barrow assesta involontariamente nel duello aereo a Cambiaso. Il Grifone restituirà il pallone agli avversari. Un minuto più tardi altro stop dell’arbitro, questa volta per una botta alla testa ricevuta da Arnautovic.

29′ – Errore banale di Dominguez, che temporeggia col pallone e travolge Destro che gli contendeva il pallone. L’intervento è duro e l’arbitro Fourneau estrae il primo giallo.

30′ – Alla mezz’ora risultato che rimane fermo sullo 0-0.

36′ – Punizione dall’interno della lunetta dell’area di rigore a favore del Bologna, con Badelj (che sbaglia sul pallone in uscita diretto a Rovella) che atterra Soriano e viene anche graziato dall’arbitro che non estrae il cartellino giallo. L’arbitro aveva dato il vantaggio, non concretizzato per la parata di Sirigu sulla successiva conclusione. Della battuta del calcio piazzato, da zona centrale, si incaricherà Arnautovic: il pallone scavalca la barriera, ma termina alto.

40′ – Pallone perso a metà campo dal Genoa con Cambiaso, ripartenza di Dominguez ben arginata dalla diagonale difensiva di Criscito. Il pressing felsineo è cresciuto con l’andare del cronometro e il Genoa, che trovava spazi in ripartenza e costruzione, fa più fatica.

42′ – Ammonito Fares per un intervento duro a centrocampo ai danni di Soriano.

43′ – Conclusione dalla distanza di Orsolini: mancino debole, Sirigu sicuro.

45′ – L’arbitro Fourneau concede un solo minuto di recupero, dove di fatto non si giocherà perché Orsolini, atterrato da Criscito, rimarrà a terra dolorante. Al duplice fischio, piuttosto, c’è una statistica che si conferma: Genoa e Bologna non hanno ancora segnato nel corso dei primi tempi in questa stagione.

foto TanoPress

46′ – Nell’intervallo cambio per il Genoa: dentro Behrami per Rovella.

47′ – La prima discesa della gara è del Genoa, sulla destra e sull’asse Cambiaso-Kallon. L’attaccante della Sierra Leone scappa bene a Hickey, ma non riesce a servire i compagni di reparto trovando solo la schiena di Bonifazi. Il pallone ritorna a Cambiaso che tenta la conclusone mancina, debolmente fra i guanti di Skorupski.

48′La sblocca il Bologna con un preciso sinistro dal limite dell’area di Hickey, che riceve il pallone direttamente dalla chiusura di Bani su Bonifazi, che aveva cercato la conclusione a rete dopo la sponda aerea di Arnautovic. Il sinistro passa tra diverse maglie del Genoa, è radente e forte e in grado di battere Sirigu alla propria sinistra. Vantaggio felsineo.

53′ – Ci prova Fares su cross di Cambiaso dalla destra, ma trova solamente l’esterno della rete.

54′Il pareggio del Genoa, che deve prima ricevere uno schiaffo per dire la sua, arriva un minuto dopo con Destro, ancora una volta bravo a inserirsi tra le maglie della retroguardia felsinea, sorpresa da un recupero palla di Criscito su Orsolini e dall’immediato cross del capitano rossoblu, preciso a trovare l’attaccante rossoblu (ammonito per essersi tolto la maglia nell’esultanza, ndr).

58′ – Kallon prende il largo sulla corsia di destra e viene atterrato da Bonifazi: per Fourneau è cartellino giallo. Intanto Ballardini approfitta dello stop per inserire Portanova al posto di Fares.

59′Cartellino giallo per Behrami, che rimedia come può al secondo e grave pallone perso da Badelj davanti alla difesa. Il suo recupero su Soriano evita guai peggiori, Fourneau però lo considera da ammonizione.

61′Miracoloso Skorupski a chiudere lo specchio a Destro, ancora di testa, su cross teso dalla destra di Hernani. Portiere felsineo miracoloso che riceve anche i complimenti dello stesso Destro.

63′ – Mihajlovic esegue le prime due sostituzioni: fuori Barrow e Orsolini, dentro Vignato e Skov Olsen.

66′ – Bani chiude provvidenzialmente in area di rigore su un tentativo di girata di Arnautovic, che conquista però calcio d’angolo.

67′ – Pandev rileva Hernani e prende posizione sulla trequarti.

70′Hickey vicino alla doppietta personale, servito all’interno dell’area da Svanberg. Sirigu gli dice “no” e devia in corner.

71′Kallon innesca una ripartenza in velocità che Medel può stoppare solamente commettendo fallo e ricevendo il cartellino giallo.

72′ – Arnautovic tenta col destro il gol al volo servito in profondità: scelta che non trova la porta, ma solo la rimessa dal fondo.

75′ – Si entra nell’ultimo quarto d’ora col punteggio in equilibrio.

76′ – Criscito, nel tentativo di ricorrere ai piedi di Sirigu per allontanare il pallone e disimpegnare, regala un angolo al Bologna, che sugli sviluppi del corner trova il modo di mandare a colpire di testa De Silvestri. Sirigu miracoloso la tocca quanto basta per spedirla in corner. Bani rimarrà anche a terra e il Genoa difenderà con l’uomo in meno sul tiro dalla bandierina.

79′ – Ultime chiamate dalla panchina per i due tecnici. Ballardini inserisce Ghiglione e Vanheusden per Cambiaso e Bani. Mihajlovic inserisce Dijks e Sansone al posto di Hickey e Svanberg.

83′ – L’arbitro Fourneau assegna calcio di rigore per il Bologna vedendo una trattenuta vistosa di Vanheusden su Sansone che andava incontro al pallone che gli aveva recapitato Dijks di testa. Ingenuità del difensore rossoblu.

85′Della battuta si incarica Arnautovic che batte Sirigu, che aveva comunque intuito il lato alla sua destra. Bologna che torna in vantaggio.

87′ – L’arbitro Fourneau assegna questa volta calcio di rigore al Grifone per una spinta giudicata fallosa di Bonifazi su Kallon all’interno dell’area di rigore. Il difensore del Bologna allarga un braccio e sbilancia l’attaccante del Genoa.

88′Dagli undici metri va Criscito che realizza e batte Skorupski ristabilendo la parità.

90′ – La gara arriva al novantesimo in parità. L’arbitro concederà 5 minuti di recupero.

90’+2′Espulso Sinisa Mihajlovic per proteste.

90’+6′ – Finale di assedio del Bologna, che prima colpisce la parte alta della traversa con Soriano, che si ritrova il pallone lì e ribatte a botta sicura verso la porta. Non ha fatto i conti con Sirigu, che devia il pallone sopra la traversa. Secondo miracolo del portiere rossoblu, che blinda il punteggio di parità. Seguirà il triplice fischio.

Il Genoa, che gioca una buona mezz’ora iniziale per poi rintanarsi maggiormente nella propria metà campo e giocare soprattutto in ripartenza, si tiene stretto il punto conquistato al Dall’Ara con qualche rammarico per l’occasione fallita da Destro nella ripresa (miracoloso però Skorupski), ma anche consapevole che i guantoni di Sirigu ci hanno nuovamente messo una pezza. Il Grifone sale a quattro punti in classifica, mostrando qualche miglioramento nell’atteggiamneto e nelle trame di gioco, ma ancora con meccanismi da rodare soprattutto negli ultimi metri e in fase offensiva per capitalizzare al meglio le occasioni che capiteranno. Adesso la squadra di Ballardini si preparerà subito per la sfida casalinga, ancora in anticipo al sabato, contro l’Hellas Verona, prima di affrontare la trasferta di Salerno. 

foto TanoPress

IL TABELLINO

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Medel, Bonifazi, Hickey (79′ Dijks) ; Svanberg (79′ Sansone), Dominguez; Orsolini (63′ Orsolini), Soriano, Barrow (63′ Vignato); Arnautovic. A disposizione: Bardi, Binks, Soumaoro, Theate, Sansone, Skov Olsen, Mbaye, Santander, Van Hooijdonk, Dijks, Vignato, Cangiano. Allenatore: Sinisa Mihajlovic

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Cambiaso (79′ Ghiglione), Bani (79′ Vanheusden), Maksimovic, Criscito; Badelj, Rovella (46′ Behrami); Kallon, Hernani (67′ Pandev), Fares (58′ Portanova); Destro. A disposizione: Vanheusden, Berhami, Bianchi, Vasquez, Ghiglione, Masiello, Melegoni, Pandev, Portanova, Tourè, Sabelli, SemperAllenatore: Davide Ballardini.

MARCATORI: Hickey (48′), Destro (54′), Arnautovic (85′), Criscito (88′)

AMMONIZIONI: Dominguez (29′), Fares (42′), Destro (54′), Bonifazi (58′), Behrami (59′), Medel (71′), Vanheusden (83′)

ESPULSIONI: Mihajlovic (90’+2′)