DAZN affrontava questa il primo grande big match del campionato, dopo Juventus-Lazio svoltasi alle ore 18. Si trattava di Napoli-Milan, partita ricchissima di spunti: la prima di Ancelotti al “San Paolo” e la prima di Gattuso da avversario del tecnico partenopeo dopo anni di successi al Milan.

Ancelotti fa il “Sarri” della situazione e ripropone lo stesso undici che era uscito coi tre punti  dall’Olimpico. Mertens parte ancora dalla panchina, Milik al centro dell’attacco. Ad Hamsik le chiavi del centrocampo, ad Ospina quelle della porta. Si tratta invece di un esordio per il Milan, che alla prima giornata avrebbe dovuto affrontare il Genoa. I rossoneri cercano di arginare la manovra partenopea e ci riescono discretamente, passando in vantaggio con un ottima marcatura di Bonaventura in spaccata aerea al quarto d’ora del primo tempo. Il Napoli non riesce a pareggiarla nella prima frazione e in apertura di ripresa subisce il raddoppio di Calabria, che trafigge di interno destro Ospina.

La scossa arriva: Ancelotti non si scompone ma dalla panchina osserva Zielinski scaricare di sinistro alle spalle di Donnarumma, al 53esimo. Gattuso corre ai ripari, inserisce Bakayoko per un Biglia non certo irresistibile e subito accusa il colpo perché l’ex mediano del Chelsea fatica a capire che ruolo ricoprire in campo. Il Napoli pareggia, ancora con Zielinski perso al limite dell’area e servito da un assist al contrario di Bakayoko, e all’80esimo ribalta addirittura la questione con Mertens, imbeccato splendidamente da Diawara. Sono i cambi ad alimentare il Napoli e far esplodere il “San Paolo”, mentre Gattuso fatica ad arginare gli azzurri e regala all’ex rossoblu Laxalt l’esordio in rossonero inserendolo al posto di Borini. Per spingere e coprire – assieme a Rodriguez – su una fascia da cui partono tutte le offensive partenopee.

Non basterà. Anzi, servirà Donnarumma ad evitare che l’avversaria possa dilagare: troppo Napoli nell’ultima mezz’ora di gara. Finisce 3-2: seconda rimonta partenopea dopo quella rifilata alla Lazio, in trasferta. Il Milan resta a secco pur con una gara da recuperare.