La Virtus Entella prosegue la scalata verso le alture di classifica, prova a rinforzare la rosa ed è costretta a salutare qualche amico di vecchia data: dentro l’ex genoano Luca Mazzitelli, un colpo quasi da Serie A, ad uscire sono stati Icardi e Ardizzone oltre a Cicconi e Massolo. La prima trasferta del nuovo anno era in casa del Livorno, passato nelle mani di Tramezzani ma ancora all’ultimo posto in classifica con soli 12 punti e un ruolino di marcia che non sembra promettere nulla di buono. Sugli spalti si annuncia contestazione, nel settore ospiti sono assiepati circa 200 tifosi biancocelesti arrivati da Chiavari.

Il 2020 sembra non prendere una buona piega per la squadra di Boscaglia, che si vede sotto di due reti all’intervallo e teme di vedere la sua squadra – “nel primo tempo troppo sfilacciata” – andare incontro al rischio di imbarcata all’Armando Picchi, dove i padroni di casa dominano sfruttando con cinismo tutte le occasioni in ripartenza. In sintesi: Murillo e Braken siglano il 2-0 nel giro di 20′, al 42′ Rocca (fallo del portiere Contini) si guadagna un rigore e prova a chiuderla prima che Schenetti (atterrato da Boben) riesca a dare un po’ di ossigeno e speranza alla Virtus anche lui dal dischetto e nell’ultima azione della frazione. Entrambi i rigori contestati, si va al riposo sul punteggio di 3-1. Nella ripresa entra Mazzitelli al posto di Eramo e cambia la partita, suonando la carica con un colpo a girare che va a sbattere sulla traversa della porta difesa da Plizzari. Sembra il canto del cigno, ma il Livorno spreca e Poli punisce riaprendo la partita con un inserimento su calcio piazzato. Gli amaranto avrebbero un’altra chance per riportarsi sul doppio vantaggio, ma nell’ultimo quarto d’ora i Diavoli Neri alzano il ritmo e trovano il gol (Giuseppe De Luca) del clamoroso 3-3 a 2′ dal termine. Altrettanto clamoroso sarà il quarto graffio del Livorno, sferrato da Marras in pieno recupero, non meno del 4-4 siglato da Pellizzer sul filo del fuorigioco. Nel mezzo, in poco più di un minuto, era successo davvero di tutto: espulso Schenetti sul campo, rosso dalla panchina per Di Gennaro e Settembrini. Di rosso c’è anche l’allarme per la situazione di classifica in cui versa ancora il Livorno, l’Entella passa invece con il giallo, rischiando di farsi male, e in fondo al tunnel continua a vedere il semaforo verde. Quello che porta ai playoff. Sabato al Comunale di Chiavari arriva la Cremonese, affidata nuovamente a Rastelli.