Francesco Cassata vuole recuperare il prima possiibile dalla lesione al retto femorale che lo ha costretto a saltare circa due mesi di partite fra campionato e Coppa Italia. Il centrocampista del Genoa ha svolto lavori di riabilitazione anche il 25 dicembre, come testimoniato via social, in una clinica specializzata a Pontremoli. Terapie, massaggi e una corsa all’aperto su una pista di atletica. Se Cassata punta a rientrare con l’anno nuovo, nel 2021 potrĂ  tornare in campo anche Luca Pellegrini, fermatosi all’intervallo di Genoa-Milan per una lesione all’adduttore. Il laterale è fra i giocatori rossoblu ad essere rimasti a Genova. Alberto Paleari annuncia sotto l’albero che presto diventerĂ  papĂ : “Concludiamo questo 2020 con una bellissima novitĂ : la famiglia si sta allargando!”. Il portiere pubblica una foto con la compagna Sara e la gatta Sveva, considerata a tutti gli effetti un membro della famiglia: “3+1″ scrive Paleari. Regalo a forti tinte rossoblu per il capitano Criscito, che ha ricevuto in dono una gigantografia che ripercorre alcuni momenti della sua carriera: dai primi passi con la maglia del Grifone alla breve parentesi con quella della Juventus, dalla lunga esperienza in Russia all’azzurro della Nazionale, fino al ritorno in Liguria fra un bacio allo scudetto e un cuore mimato verso gli spalti.

Senz’altro è stato un Natale particolare per il settore giovanile. Fermi ormai da mesi, diversi ragazzi nelle scorse settimane hanno ottenuto il via libera per tornare dalle rispettive famiglie (anche all’estero) per poter trascorrere le festivitĂ  al termine degli allenamenti, ancora consentiti dalle normative. Sono rimasti in cittĂ , oltre ai genovesi di nascita, anche i giovani della Primavera che continueranno ad allenarsi con la prima squadra. L’ultimo in ordine di tempo, sceso in campo con la squadra nel primo allenamento targato nuovamente Ballardini, è stato il 18enne Elmando Gjini, nato in Albania ma di origini svedesi. Yayah Kallon, vulcanico quando parte sulla fascia, si è messo alla prova anche ai fornelli mostrando ai compagni di squadra con un video come cucinare un piatto tipico africano, molto simile al riso jollof. C’è poi chi ha posato sotto l’albero addobbato con la maglia del Grifo, come fatto dal centrale di difesa Laurens Serpe: “Tanti auguri di buon Natale a tutti e forza Genoa! Sperando che il 2021 sia un anno migliore per tutti”.


Genoa, lunedì la ripresa al Signorini. Nel 2021 arriva la Lazio