Ieri sera il posticipo al sapore di derby fra Spezia e Livorno, terminato sul punteggio di 3-0 per gli Aquilotti, questo pomeriggio il comunicato pubblicato dalla Lega Serie B: la vittoria dei bianconeri, per mano di Pierini, Mora e Maggiore, per il momento non è da considerarsi valida. In attesa delle motivazioni portate dal club amaranto, in una sfida impietosa nel tabellino ma non povera di occasioni sui piedi degli ospiti, il giudice sportivo avv.Emilio Battaglia non ha omologato il risultato della gara. L’unica cosa certa, a meno di 24 ore dal termine della sfida al Picco di La Spezia, è l’ammenda di 20mila euro (con diffida) allo stesso Livorno “per avere suoi sostenitori, al momento dell’ingresso nello stadio, forzato i cancelli dell’impianto, danneggiato i tornelli e messo fuori uso i maniglioni anti-panico; per avere inoltre, al 27° del primo tempo, aggredito alcuni stewards presenti nel loro settore ferendone lievemente quattro, generando un parapiglia tale da costringere gli stewards ad abbandonare il settore. Al contempo lanciavano in direzione delle Forze dell’Ordine, intervenute per cercare di ripristinare la calma, alcuni oggetti di vario genere; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza”.

serie B

GLI ALTRI RISULTATI – Il turno infrasettimanale di Serie B, oltre alla già citata gara fra Spezia e Livorno, si è concluso con la vittoria concitata del Perugia su un Venezia sempre più in crisi di risultati. La squadra di Walter Zenga spreca tanto, compreso un calcio di rigore nel primo tempo, venendo poi punita dai colpi ravvicinati di Verre e Melchiorri. Se il Brescia era stato capace di strappare, nella serata di martedì, un pareggio prezioso in casa del Padova, la vera sorpresa di giornata resta senza diritto di replica il 3-0 inflitto dal Crotone al Palermo, superato dal Benevento ed ora al terzo posto in classifica.

I giallorossi faticano a domare un Pescara imprevedibile e sempre competitivo, battuto solamente grazie ad una rete nel finale e saldamente ancorato alla zona playoff con 41 punti. Fa rumore la vittoria della Salernitana, che supera Cittadella sfruttandone il turno di riposo forzato. I veneti, nel prossimo turno, affronteranno la capolista Brescia nella speranza di non perdere ulteriore terreno e restare ancorati alle posizioni che contano davvero. Posizioni a cui si sta avvicinando con insistenza il Cosenza, vittorioso anche contro il Carpi e prossimo ad affrontare nell’anticipo della prossima giornata il Foggia, capace di strappare un 2-2 in casa dell’Ascoli grazie al bolide del solito Kragl a tempo quasi scaduto. L’ex genoano Ninkovic aveva illuso i bianconeri, beffati sul più bello.


Malagò: “Impossibile sviluppare progetti di livello senza impianti adeguati” – VIDEO