Dopo Milan-Napoli, Fiorentina-Roma e Atalanta-Juventus, stasera è il turno di Inter contro Lazio, partita che chiuderà i quarti di finale di Coppa Italia e che decreterà il nome della quarta ed ultima semifinalista, pronta a sfidare il Milan di Gattuso, vittorioso sul Napoli grazie alla doppietta del neo arrivato Piatek.

LA PARTITA – Nei 90′ regolamentari sono i ragazzi di Simone Inzaghi a prevalere dal punto di vista delle occasioni create. Handanovic, difatti, viene chiamato in causa diverse volte, come al 31esimo minuto su Immobile, bravo a girarsi benissimo col mancino. Tornati in campo per la seconda frazione di gioco la musica non cambia, e l’estremo difensore neroazzurro deve metterci ancora una volta più di una pezza per mantenere il risultato sulla parità.

Parità che, tuttavia, cede nel primo tempo supplementare quando, al 108esimo giro di orologio, Ciro Immobile fa spiccare il volo all’aquila dopo un doppio scambio con Caicedo. I ragazzi di Spalletti, in pieno recupero, tentano il tutto per tutto trovando, a ridosso del triplice fischio, il pareggio con Icardi dagli undici metri: richiamato dal VAR, Abisso della sezione di Palermo, che inizialmente aveva concesso una punizione dal limite dopo il fallo di Milinkovic-Savic su D’Ambrosio, decreta il penalty. Ai calci di rigore passano i biancocelesti: dopo l’errore dal dischetto di NainggolanLucas Leiva spiazza Handanovic portando così la Lazio in semifinale.

PARTITA RUBATA – Così come lo scorso anno, i ragazzi di Simone Inzaghi troveranno in semifinale il Diavolo rossonero. Al termini della sfida, Ciro Immobile, ai microfoni di Rai 2, ha esordito dicendo che “la squadra ha meritato. Partita rubata fino al 120esimo: non so se il rigore per l’Inter ci fosse o meno, il tempo sembrava scaduto. Milan? Adesso ci attende una bella sfida: speriamo sia la rivincita della gara di un anno fa”.


Biraschi: “Orgoglioso di essere diventato giocatore importante per il Genoa” – VIDEO