Come scrivemmo poco prima che iniziasse la stagione, quest’annata di Serie A già dall’estate si contraddistingueva per un numero quasi totale di panchine di nazionalità italiana. L’esonero di Juric e il ritorno di Cesare Prandelli nel massimo campionato italiano (sesto allenatore per presenze in panchina fra gli allenatori in attività in Serie A, ndr) ha fermato il tempo e lo ha riportato indietro di tredici anni, alla stagione 2006/2007.

Quell’anno tutti gli allenatori sulle panchine di Serie A erano stati italiani, così come lo furono (subentranti compresi) anche nella stagione precedente, quella 2005/2006, e in quella successiva, la 2007/2008. Genoa che dunque, con la gara di domani contro la Spal, riporterà indietro il tempo nel campionato italiano ristabilendone un plebiscito in panchina a favore di tecnici nostrani. Con Prandelli in rossoblu che rimane, nonostante otto anni di assenza, uno dei veterani assoluti: prima di Stefano Pioli e qualche manciata di panchine dopo Gian Piero Gasperini.

LE PANCHINE IN SERIE A DEGLI ALLENATORI ITALIANI IN ATTIVITÀ

  1. Luciano Spalletti (Inter): 459 panchine
  2. Carlo Ancelotti (Napoli): 448 panchine
  3. Walter Mazzarri (Torino): 416 panchine
  4. Massimiliano Allegri (Juventus): 372 panchine
  5. Gian Piero Gasperini (Atalanta): 347 panchine
  6. Cesare Prandelli (Genoa): 339 panchine
  7. Stefano Pioli (Fiorentina): 293 panchine
  8. Marco Giampaolo (Sampdoria): 246 panchine
  9. Rolando Maran (Cagliari): 219 panchine
  10. Eusebio Di Francesco (Roma): 213 panchine


Prandelli: “Il Genoa è come tornare a pedalare. Voglio unione d’intenti, determinazione e convinzione” – AUDIO