Al Convention Centre di Dublino sono state sorteggiate le prossime avversarie dell’Italia nel percorso che porterà, in caso di qualificazione, al prossimo Europeo itinerante in programma nell’estate del 2020.

Gli Azzurri di Roberto Mancini, inseriti nella prima fascia, erano affiancate da Belgio, Croazia, Francia, Polonia e Spagna. Spicca la presenza della Germania nella seconda fascia, mentre le finaliste di UEFA Nations League verranno inserite automaticamente come teste di serie in uno dei primi quattro gironi della competizione. Si tratta di Svizzera, Inghilterra, Olanda ed i campioni uscenti del Portogallo.

In un sorteggio delimitato anche dall’impossibilità di vedere nello stesso girone Armenia ed Azerbaijan, Spagna e Gibinterra, Kosovo e Bosnia, Kosovo e Serbia così come Russia ed Ucraina, per la prima volta si sono viste in gioco anche le cosiddette winter conditions: dovendo giocare anche nel corso della stagione invernale, non più di due nazioni fra quelle ritenute “climaticamente ostili” potevano essere inserite nello stesso gruppo. Fra queste Bielorussia, Estonia, Isole Faroe, Finlandia, Islanda, Lettonia, Lituania, Norvegia, Russia ed Ucraina. Di seguito i gironi completi: 

5 GIRONI COMPOSTI DA 5 SQUADRE

GRUPPO A Inghilterra, Repubblica Ceca, Bulgaria, Montenegro, Kosovo 

GRUPPO B – Portogallo, Ucraina, Serbia, Lituania, Lussemburgo

GRUPPO C – Olanda, Germania, Irlanda del Nord, Estonia, Bielorussia

GRUPPO D – Svizzera, Danimarca, Repubblica d’Irlanda, Georgia, Gibilterra

GRUPPO E – Croazia, Galles, Slovacchia, Ungheria, Azerbaijan

5 GIRONI COMPOSTI DA 6 SQUADRE

GRUPPO F – Spagna, Svezia, Norvegia, Romania, Isole Faroe, Malta

GRUPPO G – Polonia, Austria, Israele, Slovenia, Macedonia, Lettonia

GRUPPO H – Francia, Islanda, Turchia, Albania, Moldova, Andorra

GRUPPO I – Belgio, Russia, Scozia, Cipro, Kazakistan, San Marino

GRUPPO J – Italia, Bosnia-Erzegovina, Finlandia, Grecia, Armenia, Liechtenstein

Gli Azzurri pescano la coppia di Serie A Pjanic-Dzeko, quella difensiva composta da Sokratis e Manolas, così come l’estro di Mkhitaryan. Evitato lo spauracchio Germania, che pesca l’Olanda nel gruppo C, mentre i campioni uscenti del Portogallo (ancora in corsa per la vittoria della UEFA Nations League) dovranno vedersela con Ucraina e Serbia, avversarie particolarmente scomode in un girone composto da cinque squadre.