Prima volta in campionato per tante delle giocatrici rossoblu acquistate in questo mese di gennaio. In questa domenica pomeriggio, infatti, tornava in campo il Genoa Women di mister Antonio Filippini. Lo faceva sul campo dell’Hellas Verona Women, fermo a 16 punti in classifica. Le rossoblu, dal canto loro, occupano il penultimo posto con 8 punti. Al “Sinergy Stadium” arbitra Marco Zini della sezione di Udine, assistito dai guardalinee Rusu e Bignucolo.


LE FORMAZIONI UFFICIALI 

HELLAS VERONA WOMEN (4-3-1-2): Shore; Pecchini (56′ Pellinghelli), Ledri, Vergani, Cappucci (70′ Bursi); Giai, Sardu, Lotti (70′ Casellato); Anghileri; Rognoni (82′ Semanova), Peretti (70′ Pasini). A disposizione: Keizer, Busi, Casellato, Semanova, Pasini, Quazzico, Pellinghelli, Bison. Allenatore: Andrea Zangrandi

GENOA WOMEN (3-5-2): Macera; Lucafò, Hellström, Parolo; Oliva, Bettalli, Smith Ygfeldt (71′ Campora), Abate (64′ Bargi), Monetini (79′ Parodi); Millqvist, Bloch Jorgensen. A disposizione: Parnoffi, Parodi, Crivelli, Perna, Campora, Lucia, Bargi, Spotorno, Dekaj. Allenatore: Antonio Filippini


LA CRONACA

Come giĂ  visto in amichevole contro l’Inter Primavera, il Genoa Women si presenta con Oliva e Monetini, due esterni bassi difensivi, molto avanzati e propositivi. Millqvist, invece, è la partner offensiva di Bloch Jorgensen, assoluto riferimento dell’attacco rossoblu.

Il Genoa fin dalle prime battute cerca la sua numero 88 per salire col baricentro e provare a creare apprensioni dalle parti del portiere gialloblu Shore. Le padrone di casa, però, cercano di fare valere il fattore casa. Dopo una lunga serie di conclusioni mai pericolose per la rossoblu Macera, al 27′ le padrone di casa si portano in vantaggio con la rete di Cappucci, che deposita in fondo al sacco la respinta del palo arrivata su conclusione di Peretti.

Al 35′ di gioco nuovamente pericoloso l’Hellas Verona Women con Lotti, che dai trenta metri scarica un potente destro che colpisce in pieno la traversa. Il Genoa si difende, arretra, ma non riesce mai a portare pericoli dalle parti di Shore nell’arco di tutta la prima frazione di gioco.

Nel secondo, che riparte da situazione di vantaggio gialloblu, il Genoa cerca subito di mostrare di avere un altro piglio e, non a caso, al 54′ è clamorosa l’occasione che capita sui piedi di Monetini su cross di Abate. Nella stessa circostanza è miracolosa Shore, portiere gialloblu, che devia in corner, il primo della partita per le rossoblu. Risposta immediata dell’Hellas Verona Women con Peretti sul ribaltamento di fronte: l’attaccante gialloblu trova Macera attenta in presa bassa.

Quando l’ingresso di Bargi al 64′ per Abate sembra poter accrescere il potenziale offensivo del Genoa, l’Hellas Verona in contropiede colpisce ancora e l’assist di Giai trova appostata sul secondo palo Peretti, precisa a battere Macera per il 2-0 gialloblu. Siamo al 70′ e mister Filippini tenta subito di inserire Campora, centrocampista con attitudini offensive, al posto di Ella Smith Ygfeldt.

Al 74′ ci proverĂ  di testa Bloch Jorgensen, ma ancora una volta è ben appostata Shore sul proprio palo. Quel che emerge dagli ultimi minuti di gara, giocati in larga parte dal Genoa nella metĂ  campo avversaria alla ricerca del gol che avrebbe potuto accorciare le distanze, hanno evidenziato una buona intesa tra Bargi e Bloch Jorgensen, con la prima che ha fatto il lavoro sporco che prima era stato quasi esclusivamente materia della giocatrice danese, chiamata a battagliare con una difesa molto strutturata come quella veronese.

Fra traversoni, cross e attacchi alla profonditĂ , con le rossoblu che non molleranno comunque sino a fine partita, è la stanchezza a fare da padrona e il Genoa non riuscirĂ  a trovare né luciditĂ  negli ultimi metri nĂ© la rete del possibile 2-1. Anzi, all’87esimo arriverĂ  anche la terza rete gialloblu con Anghileri che sfrutta un’altra ripartenza per spedire la palla in fondo al sacco a porta sguarnita. Al triplice fischio dopo 4′ di recupero arriverĂ  un’altra sconfitta, che lascia le rossoblu in zona retrocessione con 8 punti assieme al Trento Femminile. Il prossimo weekend sarĂ  la San Marino Academy Femminile a fare visita al Genoa ad Arenzano.


Settore giovanile Genoa, vittoria in amichevole contro l’Inter