Dalla sede romana da cui tutti i giorni partono i nuovi bollettini sull’emergenza è tornato a parlare Angelo Borrelli, capo-dipartimento della Protezione Civile. Smaltita la febbre e ringraziati tutti coloro che gli avevano rivolto gli auguri di pronta guarigione, Borrelli è tornato a parlare dei numeri delle ultime 24 ore. Tra gli annunci, quello dello spostamento con elicotteri dell’esercito tedesco di sei pazienti in rianimazione dagli ospedali di Bergamo, trasferiti nei reparti dell’Ospedale di Colonia. A domanda precisa, se nell’elenco dei contagi vengano conteggiati i deceduti a domicilio, Borrelli risponde che “i numeri che diamo sono quelli registrati dalle Regioni e dalla prevenzione sanitaria. Noi come Protezione Civile ci rimettiamo a quelli. Può esserci una persona sintomatica e passare indenne al virus senza accorgersene: sono eccezioni sulle quali anche la comunità scientifica si interroga. I dati potrete senza dubbio chiederli al’Istituto Superiore di Sanità, anche se la certezza a questo punto non ce l’ha neppure l’ISS“.


LA SITUAZIONE IN ITALIA – Nelle ultime ventiquattro ore, su scala nazionale, è stato registrato un aumento di 3651 contagi, che conferma la linea di decremento incominciata ieri, ma in maniera più decisa (sono infatti -800 rispetto ai 4401 di venerdì 27 marzo). Il dato resta comunque da valutare in relazione ai tamponi eseguito: da un giorno all’altro si registra un +8% di tamponi eseguiti in tutta Italia. Si è passati da 394.079 a 429.526 (+35447)Sul fronte dei decessi, sono 889 i deceduti in più nelle ultime ventiquattro ore, che portano il dato complessivo a superare le 10mila persone (10.023). Diminuiscono invece i ricoveri ospedalieri rispetto al giorno precedente (+607, oltre la metà dei 1286 registrati ieri). Diventano 92472 i casi totali tra positivi, deceduti e guariti; 3856 pazienti in terapia intensiva (+124 rispetto al 26 marzo). Sono 39533 le persone in isolamento domiciliare volontario (asintomatiche o pauci sintomatiche), che registrano una crescita di +2880 unità.

LA SITUAZIONE IN LIGURIA – In Liguria aumentano i contagi (+90) in leggero incremento rispetto alla giornata di ieri (+23) su un campione di tamponi che è aumentato di 373 unità per un totale di 8117 (dato Ministero Salute). Si registrano 10 nuovi ingressi all’interno delle terapie intensive liguri, all’interno delle quali si registra un dato di 167 posti letto utilizzati. Si registrano oggi 27 decessi in più rispetto a venerdì 27 marzo, per un totale di 358 persone. I positivi al coronavirus in isolamento domiciliare aumentano molto lentamente, come da due giorni a questa parta: oggi +8 per un totale 886. Per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri ne vanno registrati 18: 1198 il dato complessivo. Da registrare una flessione rispetto al dato registrato ieri (28 nuovi ricoveri). Salgono a 335 i clinicamente guariti (+64), pressoché il doppio di quelli documentati venerdì. Diventano 43 le persone che risultato guarite completamente dopo due tamponi negativi consecutivi (+9). 


LA SITUAZIONE IN ITALIA (dati Ministero Salute-Protezione Civile)

  • Positivi (sintomatici): 70065 (+3651 rispetto al 27 marzo)
  • Ricoveri (ospedale): 26676 (+1933 rispetto al 26 marzo)
  • Ricoveri (isolamento domiciliare): 39533 (+2880 rispetto al 27 marzo)
  • Ricoveri (terapia intensiva): 3856 (+124 rispetto al 27 marzo)
  • Decessi: 10023 (+889 rispetto al 27 marzo)
  • Clinicamente Guariti: 12384 (+1434 rispetto al 27 marzo)
  • Dato complessivo: 92472 (dato complessivo di positivi, decessi e guariti)
  • Tamponi eseguiti: 429.526 (+35447 rispetto al 27 marzo: +8%)

LA SITUAZIONE IN LIGURIA (dati Regione Liguria-Ministero Salute)

  • Positivi (ospedalizzati, domiciliati e guariti): 2419 (+90 rispetto al 27 marzo)
  • Ricoveri (ospedale): 1198 (+18 rispetto al 27 marzo)
  • Ricoveri (isolamento domiciliare): 886 (+8 rispetto al 27 marzo)
  • Ricoveri (terapia intensiva): 167 (+10 rispetto al 27 marzo)
  • Decessi: 358 (+27 rispetto al 27 marzo)
  • Clinicamente Guariti: 335 (+64 rispetto al 27 marzo)
  • Guariti (e non più positivi con doppio tampone negativo): 43 (+9 rispetto al 27 marzo)
  • Dato complessivo: 2820 (dato complessivo di positivi, decessi e guariti)
  • Tamponi eseguiti: 8117 (+373 rispetto al 27 marzo – Dato Ministero Salute)

IL DATO SUI RICOVERI IN LIGURIA (dati Regione Liguria)

  • Asl 1 Sanremo-Imperia: 207 (di cui 23 in Terapia Intensiva)
  • Asl 2: 172 (di cui 31 in terapia intensiva)
  • Asl 3 (“Gallino” Pontedecimo – “La Colletta” Arenzano): 7
  • Asl 3 Villa Scassi: 148 (di cui 21 in terapia intensiva)
  • Asl 4 Sestri-Levante: 66 (di cui 9 in terapia intensiva)
  • Asl 5 La Spezia-Sarzana: 138 (di cui 15 in terapia intensiva)
  • San Martino: 251 (di cui 43 in terapia intensiva)
  • Galliera: 143 (di cui 17 in terapia intensiva)
  • Evangelico: 66 (di cui 8 in terapia intensiva)

I DATI REGIONE PER REGIONE DIFFUSI DALL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ

 


CONTAGI PER PROVINCIA FORNITI DA MINISTERO SALUTE-PROTEZIONE CIVILE

C_17_pagineAree_5351_39_file