È di pochi minuti fa l’ufficialità delle dimissioni di Luigi Di Biagio da commissario tecnico della Nazionale Under 21. La notizia è arrivata tramite una conferenza stampa tenuta dalla stesso allenatore presso il quartier generale degli Azzurrini a Casteldebole. La decisione di rassegnare le dimissioni è stata condizionata dalla mancata semifinale raggiunta agli Europei di categoria, notizia arrivata al triplice fischio di Francia-Romania (sfida terminata in pareggio: 0-0). Di seguito, in sintesi, le parole di Di Biagio, riprese dai colleghi di Sky Sport.

“L’obiettivo è quello di rilanciare il calcio italiano, di dare una mentalità a questi ragazzi, di farli giocare in una certa maniera, di competere con squadre di livello massimo come Spagna, Germania, Belgio. Prima si prendevano 5 gol e non si giocava neanche, ora te la giochi. Tanti ragazzi sono andati in Nazionale maggiore: da questo punto di vista il lavoro è ottimo, mi darei un voto altissimo. Poi bisogna andare sulla note dolenti, quelle dell’Europeo: quando non si vince, il risultato non può essere positivo. Non userò mai la parola fallimento, perché il fallimento è quando una squadra non conclude, non ha gioco, quando si fa mettere sotto dagli avversari: cose che non sono accadute in questo Europeo.

L’obiettivo era quello di vincerlo, perciò non si può essere contenti, ma la parola fallimento dalla mia bocca non uscirà mai.  Non sarò più l’allenatore dell’Under 21, la mia esperienza con la Federazione finisce qua. Devo ringraziare tutti coloro che mi hanno dato la possibilità di crescere, in questa esperienza ci ho messo tutta la passione del mondo Cose che rimprovero? No, quando accadono queste cose la colpa è nostra e basta, senza andare a cercare alibi. Nessuno deve trovare una giustificazione, il responsabile principale sono io. Quando non fai gol diventa difficile. In tre partite abbiamo giocato benissimo, purtroppo siamo andati fuori. Quando si dice che non siamo una squadra che gioca a calcio e che non si ha senso di appartenenza si è in mala fede“.

LUNGO CAMMINO – A comando della selezione Under 21 dal luglio del 2013, Di Biagio ha collezionato 58 presenze da allenatore con gli Azzurrini. Per il tecnico di Roma oggi si è chiuso un lungo cammino in Azzurro, cominciato nel 2011 come commissario tecnico della Nazionale Under 20. Nei sei anni da allenatore dell’Under 21, il classe ’71 ha avuto modo di sedere, seppur per solamente due partite, anche sulla panchina della Nazionale maggiore, ereditata dopo la débâcle contro la Svezia.


https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2019/06/24/europeo-under-21-italia-eliminata-in-semifinale-romania-germania-francia-e-spagna/