Al termine di un fine settimana concitato, caratterizzato da un solo 0-0 (venerdì sera fra Palermo e Benevento) e dal turno di riposo per il Verona di Fabio Grosso (ora 9° in classifica), due squadre di Serie B si sfidavano alle ore 15 nel Quarto Turno di Coppa Italia. Da una parte il Benevento, dall’altra il Cittadella

IN CAMPIONATO – Se gli stregoni campani, a fronte del pareggio conquistato al Renzo Barbera, restano a -5 dalla vetta a braccetto con il Brescia, tornato alla vittoria in casa contro un Livorno ancora ultimo in classifica, il Cittadella di Venturato si conferma la terza forza del campionato a fronte del 3-1 influito alla Salernitana. L’Ascoli fa terra bruciata al Del Duca, in una gara infuocata aperta da Ardemagni e chiusa da Padella, contro lo Spezia di Pasquale Marino: “L’arbitraggio ci ha penalizzato” saranno le parole del tecnico. Espulso l’ex Genoa Nikola Ninkovic, che perde la testa per un’ammonizione ricevuta, e lo spezzino Bidaoui.

Il Perugia trova la terza vittoria di fila in casa, fermando un Pescara in piena crisi di risultati dopo l’avvio di stagione in quarta marcia. Il posticipo tra Foggia e Venezia, terminato sul punteggio di 1-1, si decide tutto nel primo tempo. Il Crotone di Massimo Oddo, impegnato alle ore 18 in una sfida dal valore capitale contro il Bologna di Inzaghi (altrettanto inguaiato), perde anche contro la Cremonese: dal cambio in panchina, i calabresi hanno ottenuto un solo pareggio e quattro sconfitte. 

DECIDE BANDINELLI – Una rete del centrocampista in prestito dal Sassuolo, servito dal genoano Raul Asencio a pochi passi dalla porta del Cittadella, porta il Benevento agli Ottavi di Finale di Coppa Italia, dove gli uomini di Bucchi sfideranno l’Inter.