Dopo il pareggio strappato al “Dall’Ara” di Bologna contro l’Italia, la Polonia di Piatek affrontava questa sera in amichevole l’Irlanda con calcio d’inizio alle 20:45. Sfida che negli anni aveva sempre assicurato molte reti e un grande agonismo, avrebbe potuto segnare quest’oggi la centesima presenza con la maglia della nazionale polacca per Robert Lewandowski, che da quattro impegni ufficiali in nazionale non riesce però a trovare la via del gol dopo averne siglati ben 55. In realtĂ , dal primo minuto è partito l’attaccante rossoblu.

https://twitter.com/GenoaCFC/status/1039586153991733248

L’ESORDIO DI PIATEK – Una data da segnarsi quella dell’11 settembre 2018, che se non fosse accompagnata dall’infausto ricordo della caduta delle Torri Gemelle, segnerebbe una lieta circostanza: l’esordio di Krzysztof PiÄ…tek con la maglia della propria nazionale all’etĂ  di 23 anni. Il centravanti del Genoa è partito titolare facendo coppia con Milik ed è stato sostituito al minuto 61′ da Klich, che all’86esimo ha segnato al rete del pareggio polacco. In apertura di secondo tempo aveva sbloccato il match del “Miejski” di WrocĹ‚aw l’irlandese O’Brien.

LA BOSNIA DI ZUKANOVIC – Questa sera giocava anche la nazionale bosniaca, reduce dal successo contro l’Irlanda del Nord, affrontava allo stadio “Bilino Polje” di Zenica la rappresentativa austriaca, all’esordio in UEFA Nations League. Gli austriaci risultavano imbattuti negli scontri diretti precedenti con la Bosnia (2 pareggi, una vittoria) e la nazionale bosniaca incapace di trovare la vittoria negli ultimi quattro incontri giocati di fronte al proprio pubblico.

Vittoria che però è ritornata. Risultato di 1-0 con rete di Edin Dzeko al minuto 78′ e Bosnia che sale al comando solitario del Girone B, nella Serie B della Nations League. Il genoano Zukanovic ha giocato da centrale difensivo per tutta la gara.