Prima uscita stagionale per il Genoa Primavera, che questo pomeriggio alle ore 17 sfidava a Tavarone il Casarza Ligure, che militerĂ  in Prima Categoria. I ragazzi di mister Gilardino sono al lavoro nell’entroterra ligure dallo scorso 2 agosto. Sono 35 i gradi percepiti al centro sportivo di Tavarone.


LA FORMAZIONE DEL GENOA

GENOA (4-3-3): Sattanino; Scaravilli, Calvani, Cagia, Boci; Lipani, Sarpa, Arboscello; Fini, Bornosuzov, Ambrosini. Allenatore: Alberto Gilardino.


LA CRONACA DELLA PARTITA

Il Genoa, seppur al lavoro da soli 4 giorni e molto sulla parte atletica, ha un altro passo rispetto agli avversari del Casarza Ligure e si mette subito alla ricerca del gol del vantaggio. Compiti di regia affidati a Sarpa, classe 2005 come Arboscello, che al 14’ si prende la briga di sbloccare la gara con una conclusione dalla distanza. Moltissime le indicazioni dalla panchina da parte di mister Gilardino, che cerca di telecomandare i propri ragazzi e ha indicazioni preziose per tutti i rossoblu. Bravo il portiere del Casarza a limitare i danni nella prima frazione di gioco, col Genoa in perenne proiezione offensiva. Ottime indicazioni dal terzino destro Scaravilli.

Nella ripresa il Genoa si sarebbe presentato con la seguente formazione:

GENOA (4-3-3): Ascioti; Moscatelli, Gagliardi, Petrella, Lattucchella; Toniato, Bolcano, Papadopoulos; Mosole, Debenedetti, Kashari.

Il Casarza Ligure si difende, sempre mostrando una buona solidità difensiva. Al 56’ raddoppia il Genoa con Papadopoulos su sviluppi di calcio d’angolo dopo che Mosole aveva impegnato l’estremo difensore avversario con un mancino a girare. Intorno all’ora di gioco fuori Petrella, nel ruolo di centrale difensivo, e dentro Scartoni. Al 78’ traversa di Mosole da posizione centrale con un grande sinistro ad abbassarsi nella traiettoria. Il sospetto che la palla fosse rimbalzata oltre la linea rimane, ma risultato bloccato sul 2-0. Al minuto 79’ però arriva il 3-0 con Toniato.

C’è ancora tempo per la quarta rete rossoblu con Papadopoulos a servire l’assist per Scartoni. Si concluderà dunque sul 4-0 la prima uscita del Genoa Primavera, con indicazioni molto positive sul piano sia fisico sia tecnico. La preparazione è ancora agli inizi, ma si è vista una formazione quadrata in fase difensiva e brava ad avere più soluzioni in fase offensiva, agendo sia sugli esterni che alla ricerca della punta. Oltre al già conosciuto Bornosuzov, sono subito risaltate le doti da centravanti d’area di rigore, nella protezione palla e nel sentire la porta, di Alessandro Debenedetti, ex capitano del Finale Ligure autore l’anno scorso di 17 centri.


Genoa, ecco come sarĂ  la prima maglia per la stagione 2022/23