Dopo un mese e mezzo dalla sfida con la Lazio, il Genoa torna nella Capitale per sfidare questa volta la Roma alla ripresa del campionato. I giallorossi prima della pausa avevano messo in fila due vittorie consecutive, mentre il Genoa non trova 3 punti da 20 giornate di Serie A. Il calciomercato e l’arrivo di mister Blessin, che ha provato a dare una scossa già prima della pausa, riusciranno a far invertire la rotta? I giallorossi di Mourinho, reduci dalla vittoria per 2-4 al Castellani contro la rivelazione Empoli, hanno inserito Maitland-Niles e Sergio Oliveira per puntellare due ruoli scoperti. Arbitrerà Abisso della sezione di Palermo, Nasca al VAR.


NOTIZIARIO

Cielo parzialmente nuvoloso su Roma, dove si registrano 15°C. Previsti circa 200 sostenitori genoani. In tribuna d’onore la leggenda giallorossa Francesco Totti, Alberto Aquilani, il commissario tecnico della Nazionale Roberto Mancini e diversi volti noti tra cui Damiano David, frontman dei Maneskin. A chiedere di scattare una foto con lui anche una vecchia conoscenza rossoblu: Serse Cosmi. Presenti anche alcuni membri di 777 Partners, atterrati in tarda mattinata: si tratta di Steven Pasko, il figlio Tyler, Josh Wander, Adam Weiss, e Sampson Ngo.

Foto TanoPress
Foto TanoPress

FORMAZIONI UFFICIALI

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Sergio Oliveira, Cristante, Maitland-Niles; Mkhitaryan; Zaniolo, Abraham. A disposizione: Boer, Fuzato, Vina, Perez, Shomurodov, Veretout, Kumbulla, Diawara, Bove, Zalewski, Afena-Gyan, El Shaarawy. Allenatore: José Mourinho.

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Bani, Vanheusden, Vasquez; Sturaro, Badelj; Ekuban, Portanova, Yeboah; Destro. A disposizione:  Amiri, Østigard, Calafiori, Frendrup, Galdames, Gudmundsson, Kallon, Maksimovic, Marchetti, Masiello, Melegoni, Piccoli, Semper. Allenatore: Alexander Blessin


CRONACA

Prima dell’ingresso delle squadre in campo, dedicato un lungo applauso a Monica Vitti, celebre attrice italiana (nata proprio a Roma) scomparsa lo scorso 2 febbraio. La partita comincia alle 15:02.

1′ – Genoa subito aggressivo sia in fase offensiva che in quella di ripiegamento

2′ – Yeboah conquista un calcio d’angolo, il primo del match: la palla arriva ad Ekuban, che manca l’impatto con il pallone. Al 4′ è ancora l’attaccante arrivato dallo Sturm Graz a rendersi pericoloso, anticipato da Rui Patricio in presa alta.

5′ – La Roma ci prova in ripartenza, per il momento senza riuscire a varcare l’area di rigore avversaria.

8′ – I giallorossi gettano via una potenziale palla gol: tutti i giocatori genoani si concentrano su un lato del campo, lasciando una prateria a Maitland-Niles, che s’incunea servendo Mkhitaryan anticipato “con mestiere” da Bani. Sul ribaltamento di fronte è ancora la squadra di Blessin a creare qualche grattacapo alla difesa romanista. In questo caso è Cristante un po’ troppo superficiale nella gestione del pallone in uscita

12′ – Il laterale arrivato a gennaio dall’Arsenal fa uno slalom gigante in mezzo a due avversari, serve Abraham in area di rigore ma l’azione viene chiusa da Vasquez. Ekuban va vicino al gol con un colpo di testa, respinto da Rui Patricio in corner. Il pallone calciato dalla bandierina finisce a Vanheusden, il cui tiro viene bloccato dal portiere portoghese

20′ – Dopo una lunga fase di gestione, studio e qualche fallo di troppo, i rossoblu non vanno troppo distanti dal vantaggio, questa volta con Sturaro ben servito da Ekuban. L’attaccante italo-ghanese, pochi istanti prima, era rimasto a terra a lungo proprio di fronte alla panchina di Mourinho dopo aver ricevuto un colpo da un avversario.

21′ – Zaniolo ci prova da lontanissimo: palla fuori di molto

25′ – Roma pericolosa, conquista il primo calcio d’angolo della sua partita. Vanheusden è il primo ammonito della partita

29′ – Giallorossi in forcing: provano a ripartire con rapidità e lo fanno con successo, senza però trovare la porta difesa da Sirigu

31′ – La porta la trova Mkhitaryan, che sfiora il vantaggio per due volte. Il primo tiro dell’armeno è respinto in maniera decisiva da Vasquez, il secondo tentativo dai guantoni del portiere genoano

33′ – Sergio Olivera ci prova su punizione dalla lunga distanza, Sirigu si accartoccia e blocca senza problemi

34′ – Zaniolo fa il diavolo a quattro al limite dell’area, Maitland-Niles arriva al tiro su cui si avventa Bani, deviando sul più bello.

35′ – Ammonito Mancini

35′ – Il Grifone si rende pericolosissimo per due volte, prima con Yeboah e poi con Bani: entrambi i tentativi vengono respinti dai difensori giallorossi

37′ – Sirigu salva tutto su Abraham, ma l’azione è viziata da un fuorigioco vistoso di Maitland-Niles

39′ – Roma vicinissima al vantaggio con Oliveira, imbeccato da un ispiratissimo Zaniolo. Il tiro del portoghese sfila di poco a lato sul primo palo.

40′ – Ancora Zaniolo, ancora Sirigu: calcio d’angolo

43′ – La squadra di Mou continua a concedere spazi ma è decisamente in crescendo

44′ – Bani costretto al cambio, sostituito da ØstigÃ¥rd. Il difensore, a terra dopo essersi “immolato” su un tentativo di Maitland-Niles, in precedenza era caduto male su una spalla

FINE PRIMO TEMPO

Foto TanoPress

50′ – La prima mezza occasione della ripresa capita sui piedi di Sturaro, che calcia ampiamente a lato. Pochi istanti dopo ci prova anche Portanova, ma il suo tiro è striminzito e non trova successo

54′ – Occasionissima per Smalling, ben appostato sul secondo palo: colpo di testa di poco a alto sopra la traversa

56′ – Nella Roma dentro Afena-Gyan ed El Shaarawy, fuori Sergio Olivera e Maitland-Niles. Esordio in rossoblu per Amiri e Piccoli: fuori e Yeboah e Destro. La squadra di Mourinho cambia completamente volto: Abraham non è più isolato al centro dell’attacco, pur restando il fulcro del gioco romanista. Capitolo Amiri: il nuovo acquisto, arrivato dal Bayer Leverkusen, dopo qualche minuto in posizione ibrida si sposta stabilmente sulla trequarti, dietro la punta

59′ – Giallorossi vicinissimi al gol con Zaniolo, ben servito da El Shaarawy: palla di poco alta

61′ – Questa volta tocca ad Afena-Gyan avvicinarsi pericolosamente alla porta di Sirigu, trovando solamente l’esterno della rete con un tiro potente sul primo palo

65′ – ØstigÃ¥rd è decisivo a sventare sul più bello un gol già confezionato per Abraham

68′ – Il difensore norvegese viene espulso per un intervento da ultimo uomo a fermare Afena-Gyan, che era sfuggito alla sua marcatura e si stava involando verso la porta

69′ – Sul calcio di punizione va El Shaarawy, ma calcia alto

70′ – Blessin prova a correre ai ripari inserendo Maksimovic e Melegoni al posto di Portanova e Melegoni. Mou punta su Veretout: esce Karsdorp

79′ – Ammonito anche Vasquez

80′ – La squadra di casa continua a guidare l’azione, ma dopo quasi mezz’ora di dominio assoluto la partita sembra ora vivere una fase di stallo

84‘ – Il Genoa ci prova con un calcio d’angolo conquistato e battuto da Amiri, la Roma arriva al tiro con El Shaarawy, la cui percussione si spegne in un nulla di fatto. Blessin invita i giocatori a usare la testa per difendere un punto che sarebbe d’oro, Mourinho si sbraccia per caricare i suoi giocatori

90′ – Al novantesimo arriva la rete romanista: porta la firma di Zaniolo, che protegge il pallone con le spalle alla porta prima di beffare Sirigu con un potentissimo tiro di sinistro sul secondo palo. L’Olimpico urla di gioia, il gol viene annullato dopo un check al VAR. Il motivo è un “pestone” del tutto involontario da parte di Abraham su Vasquez ad inizio azione

90′ – Assegnati 4′ di recupero. Ammonito Abraham per proteste

94′ – Espulso Zaniolo per proteste. Il giocatore, visibilmente furioso, viene accompagnato fuori dal campo dallo stesso Mourinho. Fase di partita molto concitato

FINE PARTITA – All’Olimpico di Roma finisce 0-0. I giallorossi crescono alla distanza, nel finale Zaniolo segna un capolavoro ma il VAR e Abisso strozzano l’urlo in gola all’Olimpico per un pestone (involontario) di Abraham su Vasquez. I ragazzi di Blessin, zitti e buoni, portano a casa un risultato che potrebbe rivelarsi decisivo nella corsa per la salvezza. Ora due sfide cruciali contro Salernitana e Venezia: servono 6 punti per risalire la classifica. 14 punti dopo 24 partite, non bastano.

clicca QUI per aggiornare la cronaca


TABELLINO 

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp (70′ Veretout), Sergio Oliveira (56′ El Shaarawy), Cristante, Maitland-Niles (56′ Afena-Gyan); Mkhitaryan; Zaniolo, Abraham. A disposizione: Boer, Fuzato, Vina, Perez, Shomurodov, Kumbulla, Diawara, Bove, Zalewski. Allenatore: José Mourinho.

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Hefti, Bani (44′ ØstigÃ¥rd), Vanheusden, Vasquez; Sturaro, Badelj; Ekuban (70′ Melegoni), Portanova (70′ Maksimovic), Yeboah (56′ Amiri); Destro (56′ Piccoli). A disposizione: Calafiori, Frendrup, Galdames, Gudmundsson, Kallon, Marchetti, Masiello, Semper. Allenatore: Alexander Blessin

Ammonizioni: Vanheusden, Mancini, Vasquez, Abraham

Espulsioni: Østigård, Zaniolo