Non ci sarà nessun sorteggio dei calendari del campionato di Lega Pro nella giornata di domani, come previsto ormai da settimane, e con ogni probabilità non ci sarà neppure la partenza del campionato il 15 settembre. Non ci sarà perché la decisione, attesa per oggi da parte del Collegio di Garanzia del CONI in merito alla questione dei criteri di ammissione per i ripescaggi in Serie B, è stata ulteriormente rinviata, presumibilmente ai primi giorni della prossima settimana.

Il campionato cadetto non conosce quindi in maniera definitiva il reale numero di squadre coinvolte, se 19 oppure 22. Ne consegue che la Serie C, avendo sei società interessate da possibili ripescaggi,  dovrà aspettare le decisioni. Occhi apertissimi per Catania, Entella, Novara, Pro Vercelli, Siena e Ternana.

“Data la estrema complessità, sensibilità e molteplicità delle questioni da affrontare – recita un comunicato a firma Franco Frattini – il Collegio ha ritenuto di aggiornare, a data estremamente ravvicinata, la discussione in camera di consiglio ai fini della decisione”. Così recita il comunicato diffuso dal CONI in merito alla mancata decisione di oggi dopo un’assemblea durata meno di due ore. Pronta la risposta della Lega Pro. 

“Preso atto della decisione del Collegio di Garanzia del Coni che slitta alla prossima settimana, la Lega Pro si vede costretta a rimandare la presentazione dei calendari.

Nei prossimi giorni, sentito il Consiglio Direttivo e le società, valutate le possibilità già individuate, verranno altresì assunte le opportune decisioni in ordine all’inizio del Campionato Serie C”.