QUI ENTELLA – Importanti novità dal giudice sportivo di Serie B: il Novara non potrà contare su Golubovic, Sciaudone e soprattutto l’ex di giornata Moscati oltre a Federico Macheda. Nonostante la riduzione della squalifica a 3 giornate effettive di gara, l’ex attaccante di Manchester United e Sampdoria non sarà convocabile per la sfida di venerdì sera. Questo un breve estratto con le parole di Gennaro Volpe“A Novara dovremo fare una partita giusta. Questo tipo di gare, che non hanno un secondo appello, vanno giocate con il sacro fuoco addosso. Ma anche con equilibrio e raziocinio, perchè il minimo errore ti può essere fatale.”

QUI NOVARA Nell’ultima intervista a Daniele Faranna, collega giornalista ben informato sullo status della squadra allenata da Di Carlo, si era parlato proprio del tecnico romano e del suo arrivo al Piola a inizio Febbraio. “Ha portato serenità, ora la salvezza va conquistata”, una salvezza che passerà inevitabilmente dalla sfida “al sapore di finale” contro la Virtus Entella.

Questo il parere di Faranna: “A distanza di qualche mese la serenità questo gruppo sembra averla persa. Lo stesso Di Carlo non sembra più così sereno, cambia spesso formazione e assetti tattici: non sa più su chi fare affidamento. Il Novara ha un limite mentale proprio nello studio degli avversari, come si è visto nei 4 pareggi consecutivo arrivati recentemente. Contro Cremonese e Pescara, soprattutto, abbiamo visto un Novara passare in vantaggio e subire il ritorno degli avversari nel secondo tempo, senza riuscire a vincere la partita. Anche a Perugia, contro una squadra in evidente affanno fisico nella ripresa, si era trovato il pareggio con Moscati e sembrava che i giocatori si accontentassero. Se avessimo vinto, probabilmente, avremmo affrontato una Virtus Entella già retrocessa evitando così questo match, che si preannuncia come finale per non retrocedere”.

Sugli indisponibili e la probabile formazione: “Ricordo come Macheda debba ancora scontare la terza giornata di squalifica, quindi tornerebbe eventualmente disponibile per l’andata dei playout. L’assenza che più mi preoccupa sarà quella di Moscati. Golubovic non ha mai deluso le aspettative: è un tipo di giocatore che ben conoscevamo ma non è di certo un top class, mentre Sciaudone si era presentato come una gemma del mercato ma a poche settimane dal termine si sta contendendo la palma di bidone dell’anno. Ci sono poi le alternative, perché Golubovic sarà sostituito da Dickmann e Orlandi o Maracchi giocheranno al posto di Sciaudone, mentre quella di Moscati sarà un’assenza pesantissima. Il motivo? Ultimamente giochiamo con il trequartista, ruolo che con l’assenza di Moscati diventa un punto interrogativo: penso che verrà confermato il 3 4 1 2, quindi Di Mariano e Chajia si stanno giocando il posto. Proprio Chiajia è un dubbio, perché reduce da un infortunio al menisco con successiva operazione nel mese di gennaio. Ha avuto ricadute, non è ancora tornato in campo e non penso proprio che Di Carlo lo proverà dal primo minuto.”

DI SEGUITO RIPORTIAMO L’AUDIO CON LE PAROLE DI DANIELE FARANNA 

https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2018/05/16/nesta-si-presenta-a-perugia-credo-nei-sogni-e-voglio-la-serie-a/