Avevamo raccontato così la domenica di Serie B, prima che un posticipo scoppiettante e ricco di sfumature extra-campo fornisse abbastanza materiale per un’analisi separata dal resto del campionato. Il Palermo non vince contro il Cittadella, anzi perde e lo fa crollando in maniera inaspettata: 0-3 al Renzo Barbera con reti di Kouame, Strizzolo e Salvi. Se i padroni di casa restano al 5° posto perdendo l’appuntamento con la vetta, gli ospiti fanno invece un balzo nella parte sinistra della classifica.

La squadra di Tedino sembra aver subìto un pesante contraccolpo in seguito all’istanza fallimentare presentata dalla Procura, ma la società si dice fiduciosa in vista dei prossimi sviluppi: fino alla data della prima udienza, il Palermo si muoverà per difendersi dalle accuse, forte di un bilancio nel quale non è stata revisionata alcuna anomalia.

IN VETTA – Quel che scrivevamo domenica pomeriggio, è rimasto sostanzialmente invariato in seguito alla mancata vittoria rosanero nel Monday Night. Parma e Bari si godono pertanto un primo posto del tutto inaspettato, ma non per questo immeritato. La gara delle 17.30 fra Salernitana e Cremonese è invece terminata con un pronosticabile pareggio, che ha lasciato entrambe le squadre a pari punti rispettivamente al 7° ed 8° posto. Terzo pareggio consecutivo per gli uomini di Bollini, Tesser ritrova parzialmente il sorriso dopo la discussa e deludente sconfitta “non meritata” proprio contro il Palermo. Questo il resoconto con le gare delle ore 15 di domenica pomeriggio:

https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2017/11/18/serie-b-aspettando-palermo-salgono-vetta-parma-bari-anche-lempoli-torna-brillare/

SETTIMANA DA INCUBO – “In data odierna il vice allenatore Enzo Maresca ha rassegnato le proprie dimissioni. Il Club bianconero ne prende atto e si riserva di prendere una decisione”. Con questo breve e sintetico comunicato, l’Ascoli Picchio ha confermato come le voci riguardanti un possibile addio dell’ex centrocampista del Torino fossero del tutto fondate. Piove però sul bagnato, perché nelle ultime ore anche l’attaccante bianconero Andrea Favilli si è visto costretto a lanciare un messaggio sentito ai propri tifosi da un letto di ospedale: “Vi auguro di poter raggiungere gli obiettivi che meritate, io, nel frattempo, ci metterò tutto me stesso per recuperare al meglio” è quanto scritto dal 20enne, al quale è stata confermata una distorsione al ginocchio destro con rottura del legamento crociato anteriore.

L’Ascoli oggi è ultimo in classifica, una graduatoria a dire il vero abbastanza corta e facile da scalare. In ogni caso, dopo aver perso due elementi chiave in poche ore, per i marchigiani si tratterà di un vero e proprio Anno Zero.