Nel secondo giorno di allenamenti in preparazione della sfida contro il Benevento, la squadra si è divisa tra campo e sala video. Non per riguardare la partita col Venezia, già analizzata, bensì per incontrare una delegazione dell’AIA FIGC nel consueto appuntamento “regolamentare di inizio stagione“. Presente l’arbitro Ghersini della CAN “per illustrare a calciatori e staff le novità regolamentari e rispondere ad eventuali domande. L’incontro è risultato molto proficuo e apprezzato da tutta la squadra” recita la nota diffusa dal Genoa.

Nel pomeriggio la stessa società rossoblu aveva diffuso anche una foto dei bambini e delle bambine presenti a Zanzibar, seguiti dalla Onlus ZanzibarHelp che si occupa di promuovere azioni di volontariato in Tanzania rivolte a famiglie, ragazzi e bambini diversamente abili. Il Genoa ha inviato alcune maglie rossoblu che sono finite nello scatto diffuso via social tra la felicità di mamme, papà e bambini della Donnino’s Family School.

“Giornata di grande sport e gioia per tutti noi della Donnino’s Family School by ZanzibarHelp, la prima scuola privata per bambini diversamente abili a Zanzibar grazie al Genoa che ci ha donato delle uniformi e palloni. Grazie a Giovanna Farina e il marito che si sono impegnati per farceli avere. È stato fantastico e da ripetere presto andando a sfidare qualche squadra di giovanissimi a Nungwi! Ci siamo divertiti tantissimo!”. “È un grande onore per noi avere ricevuto queste maglie, le uniformi di una squadra storica e di grande valore sportivo – ha proseguito la pagina ufficiale di ZanzibarHelp – I nostri bambini ci stavano benissimo e ci siamo divertiti tutti molto”.


Genoa-Benevento, quali sono le condizioni del terreno di gioco del Ferraris