Le prime pagine di oggi parlano tutte del pareggio per 2-2 tra Juventus e Atalanta. Gasperini ha tenuto per larga parte della serata il pallino del gioco e mandato sotto, allo Stadium, per ben due volte la capolista, capace di recuperare solamente con due calci di rigore realizzati da Cristiano Ronaldo. Rigori che hanno fatto discutere, ma che alla fine hanno restituito una classifica che spiana la strada allo scudetto per la Juventus: a sette giornate da termine, i bianconeri sono a +8 sulla seconda in classifica, quella Lazio che non sa più vincere e che tra due giornate è attesa dallo scontro diretto contro gli uomini di Sarri. Spazio anche per il ritorno in campo (e al gol) di Nicolò Zaniolo.


GLI APPROFONDIMENTI SUL GENOA

CORRIERE DELLO SPORT – Questa mattina il Corriere dello Sport parla dell’incontro tra Genoa e Spal evidenziando anche come la squadra ferrarese, assieme a Luigi Di Biagio, abbia avuto ieri un incontro ravvicinato “a muso duro” con una delegazione di tifosi e come il Lecce giocherà conoscendo già il risultato del Ferraris e cercando continuità di risultati. Ci sono poi le probabili formazioni, che addirittura inseriscono Romero dall’inizio in una difesa completata da Goldaniga e Masiello. Pinamonti e Sanabria sarebbero il tandem offensivo.

La probabile formazione del Corriere dello SportGENOA (3-5-2): Perin; Romero, Goldaniga, Masiello; Biraschi, Behrami, Schöne, Cassata, Criscito; Pinamonti, Sanabria.


GAZZETTA DELLO SPORT – All’interno del quotidiano in rosa si parla della ricetta che Davide Nicola avrebbe preparato per affrontare le prossime e delicate sfide di campionato. Si parla di una “consapevolezza incosciente” in quella che è un’intervista differente dalla conferenza stampa andata in onda ieri pomeriggio, all’interno della quale viene quasi anticipato il forfait di Criscito e Ankersen anche per l’imminente partita contro la Spal.

Sono convintissimo del fatto che nelle prossime partite questo gruppo unitissimo darà tutto e anche di più – si legge all’interno della Gazzetta dello Sport – Fra una gara e l’altra, prima dello stop, potevamo svolgere anche sei allenamenti, secondo un processo di maturazione continuo in cui potevi valutare ogni cosa. Adesso, invece, ti addestri necessariamente giocando, non si può fare diversamente. Credo che serva una sorta di consapevolezza incosciente. Non è possibile, insomma, ottenere gli stessi risultati come in passato. Ora si cresce giocando. Serve giocare col fuoco dentro. Speriamo di poter contare su Criscito già dalla gara di Torino o dal Lecce. Poi c’è Ankersen, che sta recuperando. Abbiamo comunque grandi risorse e occorre metterle in campo subito, senza pensare a dover gestire la partita. Aggressivi sì, ma pure propositivi”.

In questo mini torneo si disputeranno tante finali – risponde a distanza il capitano del Lecce Lucioni – Guai se pensassimo solo allo scontro diretto in casa del Genoa. Dobbiamo rosicchiare punti a tutti: ne abbiamo presi anche con Milan, Juventus, Inter, Napoli e Lazio. Ora ci concentriamo sul Cagliari. Siamo la squadra più bucata, ma facciamo tanti gol”. 

La probabile formazione della Gazzetta dello SportGENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Soumaoro, Masiello; Ghiglione, Behrami, Schöne, Cassata, Barreca; Pandev, Pinamonti.


REPUBBLICA – Chi parla di “ricetta” per mantenere la categoria e giocarsi queste ultime sette gare di campionato è anche l’edizione genovese di Repubblica, che sceglie già nel titolo di rilanciare il mix di caratteristiche che dovrà avere il Genoa a partire da oggi: fuoco, ardore, aggressività affidandosi ai veterani e sfidando “avversari già rassegnati alla Serie B”. A differenza di quanto scritto sul Corriere dello Sport e in linea con quanto anticipato dalla Gazzetta, viene già data per scontata l’esclusione di Mimmo Criscito.


SECOLO XIX – Questa edizione domenicale del Decimonono parla della gara contro la Spal come di “primo bivio salvezza” nel quale servirà avere il fuoco dentro per ottenere l’intera posta in palio. La vera novità, che si apprende dallo schema con le possibili formazioni, è che il Genoa cambierebbe assetto passando dal 3-5-2 al 4-3-2-1 con Pandev e Falque subito dentro alle spalle di Pinamonti. Soumaoro ancora in panchina, Goldaniga e Zapata la coppia di centrali difensivi con Biraschi a destra, Masiello a sinistra. Schöne in mezzo al campo presidiato da Behrami e Cassata. Sturaro e Criscito partirebbero dalla panchina, così come Romero e Ankersen sono stati convocati più che altro per far sì che tutto il gruppo squadra fosse riunito prima di una delicata sfida come quella odierna.

La probabile formazione della Secolo XIX – GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Zapata, Goldaniga, Masiello; Behrami, Schöne, Cassata; Pandev, Falque; Pinamonti.


TUTTOSPORT – Ritorna sull’immagine del fuoco dentro anche Tuttosport, che ripercorre in un articolo dedicato le dichiarazioni in conferenza stampa del tecnico rossoblu Nicola, chiamato a fare a meno ancora per questa gara di Sturaro, Criscito e Romero, comunque convocati. Le ipotesi di formazione tornano qui a parlare di 3-5-2.

La probabile formazione di Tuttosport – GENOA (3-5-2): Perin; Biraschi, Zapata, Soumaoro, Masiello; Ghiglione, Behrami, Schöne, Cassata, Barreca; Pandev, Pinamonti.


LE PRIME PAGINE


https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2020/07/12/genoa-spal-mario-ponti-ci-presenta-i-prossimi-avversari-del-grifone/