Dopo aver analizzato la sconfitta del Genoa contro il Parma assieme ai colleghi Andrea Schiappapietra (Secolo XIX), Sebastiano Vernazza (Gazzetta dello Sport) e all’ex dg rossoblu Giorgio Perinetti, abbiamo raggiunto telefonicamente anche Gessi Adamoli, firma di Repubblica.

Purtroppo abbiamo visto un Genoa bruttissimo, è stato un risveglio tremendo: ci eravamo tutti approcciati con grande serenità, tranquillità. Un approccio neanche da genoano, sempre apprensivo, pessimista, negativo; invece tra tutti i genoani circolava una grande tranquillità perché Nicola ha fatto un lavoro eccellente, la squadra si era ritrovata“.

“Era un bel Genoa, che piaceva, ed eravamo tutti convinti di ritrovare il Genoa che avevamo lasciato, un po’ come i tifosi dell’Atalanta che hanno ritrovato la Dea dove l’avevano lasciata, come quelli del Verona. Il risveglio è stato tremendo, forse il Genoa più brutto della stagione, anche di più rispetto al Genoa di Andreazzoli o di Thiago Motta. Il Grifone non ha mai fatto la partita, ha subito il Parma che si è trovata su un tappeto rosso la partita in mano.

È significativo un dato di questa partita: il Genoa ha battuto un calcio d’angolo, di solito le statistiche uccidono la fantasia e non sempre aiutano a leggere bene le partite, invece questo unico calcio d’angolo battuto al 79esimo la dice lunga, come anche il fatto che in tutta la partita – da una parte e dall’altra – non ci sia mai stato fuorigioco. Che il Parma fosse una squadra molto difensivisya, che teneva la difesa molto bassa si sapeva, che Romero, Soumaoro e Masiello invece fossero rinculassero sempre senza mai andare a provare ad aggredire l’uomo e la palla non lo sapevamo, di solito hanno ben altre caratteristiche.

L’unica speranza è che sia un Genoa così brutto da non essere vero, perché davvero noi non ce lo aspettavamo. Un incubo, forse un brutto sogno: ci risveglieremo a Brescia dicendo che avremo vissuto un brutto sogno e aver ritrovato il Genoa di Nicola.”


https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2020/06/24/perinetti-non-farei-drammi-e-mi-concentrerei-sulla-prossima-partita-col-brescia-audio/