Parte da lontano la conferenza stampa di Antonio Conte, tecnico dell’Inter, che è tornato sulle assenze, ma anche sulla volontà di tutta la squadra di chiudere in bellezza questo 2019. “L’avevamo già detto che per noi sarebbe stato importante a Natale arrivare più in alto possibile. Sono stati mesi in cui, per tante ragioni, abbiamo affrontato problemi importanti. Li stiamo affrontando nella maniera giusta. Il gruppo è stato responsabilizzato da questi problemi e tanti calciatori hanno capito che si dovevano alzare i giri del motore e dare di più. Nelle ultime tre partite abbiamo raccolto molto meno di quanto avremmo meritato”. E l’ultima gara di questi primi sei mesi metterà sulla strada dei nerazzurri di Antonio Conte il Genoa di Thiago Motta (clicca QUI per leggere e ascoltare la sua conferenza).

 

Su Agoumè ed Esposito, possibili dal primo minuto

“C’è stata una crescita importante da parte di questi due ragazzi. Entrambi sono giovani, hanno potuto esordire e se lo sono meritato. Stanno crescendo e hanno le capacità per diventare le fondamenta dell’Inter per moltissimi anni. Mi auguro – e so – che la loro risposta a prescindere sia positiva”.

Sugli indisponibili e recuperati

“Vedremo, manca un allenamento e faremo ancora della valutazioni. Con la squalifica di Lautaro e Brozovic, vista la coperta corta, siamo comunque ancora più in emergenza. Col Genoa la dobbiamo affrontare forti del fatto che in queste situazioni riusciamo a dare il massimo di noi stessi. E il massimo lo daremo anche domani, sostenuti dai nostri tifosi. Come sta Sanchez? Freme dalla voglia di tornare, ma inutile dire che il suo infortunio è stata una tegola non da poco per l’Inter. In tutto questo tempo aver avuto Lukaku e Lautaro sempre disponibili ci ha permesso di ovviare a questo problema. Al tempo stesso è cresciuto Esposito sotto tanti punti di vista”.  

Sulla sfida contro il Genoa e il valore degli avversari

“Finire con una buona prestazione sarebbe un risultato importante per noi e tutto l’ambiente. Sarebbe fantastico se domani riuscissimo, in una situazione di grande emergenza, a vincere. Il Genoa ha bisogno di punti in classifica e viene da una partita persa in casa. Conosciamo il valore dell’avversario. Dobbiamo affrontare la partita con testa, cuore e gambe. Servirà essere perfetti per portare a casa una vittoria”. 

Su Skriniar e alcune critiche su un impiego non ottimale nella difesa a tre

“Se vogliamo parlare di Skriniar, avete visto che considerazione e imprescindibiità riveste nella nostra squadra. È un difensore moderno, giovane, pronto a migliorarsi. Il fatto che siamo vicini alla testa della classifica dimostra che tutti stanno facendo bene. La difesa sta facendo bene, a mio avviso, ma si può senz’altro migliorare. Subire meno gol rispetto ad inizio campionato ci dà più consapevolezza? Noi stiamo lavorando da inizio anno su determinati concetti e credo che questi concetti siano stati acquisiti dalla squadra. Se lavori su idee nuove, hai comunque bisogno di un po’ di tempo. Continuando a lavorare in questa maniera vedo un bel percorso perché i ragazzi hanno voglia di fare”. 


https://buoncalcioatutti.wpmudev.host/2019/12/20/genoa-thiago-motta-contro-linter-giocheremo-per-vincere-audio/