Dilly Ding Dilly Dong, Claudio Ranieri torna in carreggiata e s’immette sull’Autostrada del Sole in direzione Genova, sua prossima destinazione: c’è la Sampdoria. La dirigenza ha infatti raggiunto nel pomeriggio un accordo biennale con il tecnico 67enne, reduce da un breve ma intenso ritorno alla Roma dopo il miracolo sportivo compiuto con il Leicester delle meraviglie e le tiepide esperienze a Nantes e Fulham.

LUNGO CASTING – Saltato nel giro di poche ore il “Piano Pioli”, atteso invano un sì da Gattuso, tenuta viva fino alle ultime ore la pista De Biasi e nonostante le aperture da parte di mister Iachini, la dirigenza sampdoriana ha puntato anima e core sull’esperto allenatore di Testaccio, lo stesso quartiere del presidente sampdoriano Massimo Ferrero.

HAPPY BIRTHDAY – Sulla strada di Ranieri ci sono ancora una volta la Roma e Di Francesco, rispettivamente il primo avversario da affrontare e il collega appena sostituito sulla panchina blucerchiata. Ranieri, che nel giorno dell’esordio al Ferraris contro il suo passato giallorosso spegnerà 68 candeline, diventa il mister più anziano in Serie A superando proprio il nuovo rivale cittadino Aurelio Andreazzoli. Tutte le strade portano a Roma? Mica sempre.