Il Palermo, pochi minuti fa, è stato escluso dal campionato di Serie B 2019/2020. La documentazione consegnata oltre il termine previsto alla Lega Serie B e il parere negativo della Covisoc sono state la causa della mancata iscrizione del Palermo al prossimo campionato cadetto, messa nero su bianco dal Consiglio Federale FIGC.

IL COMUNICATO DELLA LEGA B: CONSIGLIO FEDERALE, VENEZIA RIPESCATO

Dopo i botta e risposta delle ultime settimane e la tensione cresciuta intorno all’attuale proprietà, di stanza a Roma dal 24 giugno scorso e mai più palesatasi in Sicilia, oggi verrà diramata una nota ufficiale congiunta dall’organo della Lega Serie B e dalla Federazione che escluderà il Palermo dalla Serie B. Contestualmente, come riporta il Giornale di Sicilia, il Consiglio Federale deciderà di “riammettere al prossimo campionato di Serie C il Fano, la Paganese e la Virtusvecomp“, mentre verrano ripescate Modena e Reggio Audace (destinate all’esclusione Cerignola e Bisceglie, ndr).

Ne consegue che la società rosanero dovrà ripartire dai Dilettanti e sarà il Venezia a poter riempire il posto lasciato vuoto dai rosanero. Il Genoa Under 19, invece, sarà ripescato nella Serie A Primavera come da regolamento (clicca qui).

Rimane ancora in piedi un’unica tappa percorribile per la società siciliana: appellarsi al Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, che potrà esprimersi esclusivamente sulla legittimità o meno delle decisioni prese da Covisoc e FIGC. Decisioni sulle quali non sembrano esserci dubbi. E che ve ne siano pochi sul destino del Palermo lo fa capire anche l’amministrazione comunale locale, guidata dal sindaco Leoluca Orlando, che questa mattina ha diramato un bando per rifondare la squadra e invitare gli investitori a progettare un nuovo futuro per la squadra rosanero.

IL COMUNICATO DELLA FIGC: DECISI ANCHE I RIPESCAGGI IN LEGA PRO

256_-_appendice_al_regolamento_del_campionato_primavera_1_tim_2018-2019