Sfida di altissima classifica quella che oggi metteva di fronte a Begato, nel secondo tempo di quello che ieri è stato il derby Primavera, il Genoa Under 17 di mister Konko e la Sampdoria Under 17 guidata dal collega Erminio Russo. I blucerchiati guidano la classifica del campionato con 20, il Genoa segue al secondo posto con un solo punto di ritardo, a quota 19. Si scontreranno il migliore attacco sin qui del girone A, quello rossoblu, contro la terza migliore difesa, quella blucerchiata.


IL NOTIZIARIO

Sono circa duecento, tra spettatori e addetti ai lavori, i presenti sugli spalti per assistere al derby Under 17. Tra gli altri, si è visto anche Yayah Kallon, escluso dalla lista dei convocati della prima squadra a causa di un leggero risentimento muscolare.


LE FORMAZIONI

Genoa (3-4-1-2): Calvani; Pittino, Alloisio, Meconi; Sarpa, Licco, Lipani, Arboscello; Tassone; Fini, Casagrande. A disposizione: Bertini, Bosnia, Stalfieri, Ferrari, Pastorino, Scimone, Tudor, Scartoni, Imberti.

Sampdoria (4-3-3): Gentile; Paccagnini, Valisena, Pellizzaro, Garrone; Lazri, Bordin, Fraraccio; Oskedra, Conte, Meloni. A disposizione: Sias, Trimboli, Galluccio, Giupponi, Albano, De Simone, Matteazzi, Poerio, Portaccio


LA CRONACA

All’ottavo minuto di gioco, i Grifoncini di mister Konko danno una scossa al tabellino firmando il gol del vantaggio: Fini, con la casacca numero 11, sfrutta un lancio dalle retrovie per imbeccare Tassone, accorso sul secondo palo, che dopo una carambola spedisce la sfera alle spalle di Gentile.

Passa qualche minuto e il Genoa ci riprova con l’asse Tassone-Fini, il cui colpo di testa termina con un nulla di fatto. Sul successivo ribaltamento di fronte, un colpo di testa di Conte impensierisce Calvani, battuto dallo stesso 9 blucerchiato una manciata di secondi dopo. 1-1.

Dopo una prima fase a spron battuto, le squadre abbassano il ritmo per qualche minuto, fino a quando Fini non sfrutterà campo aperto per impensierire ancora una volta la difesa avversaria.

Rientrati in campo, i primi a rendersi pericolosi sono i ragazzi della Samp, ma a quasi a concretizzare saranno i rossoblu con Casagrande. A metà secondo tempo, però, la Sampdoria firmerà la rete del vantaggi grazie a  un’incornata di Conte su assist di Paccagnini; lo stesso 9 blucerchiato, poco dopo, sfiorerà il terzo centro personale.

La formazione di mister Konko ci riproverà in tutti i modi, anche con i nuovi entrati, ma non basterà per pareggiare la stracittadina.