In scena al Comunale di Chiavari la gara (ad eliminazione diretta, ndr) tra Genoa Primavera ed Entella. La formazione del Tigullio, qualificatasi terza nel girone C, affronterà dunque i ragazzi di mister Stellini, arrivati quinti e reduci dal convincente 3-1 contro l’Inter.

Foto tratta dal sito Datasport.com

PRIMO TEMPO

Partita chiusa nei primi cinque minuti, finché al minuto 6′ arriva un gran tiro del numero 7 dell’Entella, Alfonso, con palla di poco fuori alla destra di Rollandi. Le occasioni di maggior rilievo, da una parte e dall’altra, arrivano entrambe dai piedi dei numeri 7 delle due formazioni, ma la partita si mantiene in equilibrio senza grandi apprensioni per i due estremi difensori.

Al 24′ i rossoblu passano in vantaggio con una bella azione che parte dalla destra, con crosso in mezzo e spizzata di Raul a servire l’accorrente Minardi: tiro di destro sporcato prima da un difensore, poi dal portiere Gaccioli. All fine la sfera sbatte sul palo e si deposita in rete. Genoa sull’1 a 0. Raddoppio Genoa due minuti più tardi con Mahrous, che sfonda sulla sinistra e arriva a tu per tu col portiere avversario, depositando in rete il gol del 2 a 0.

Al 31′ ci prova comunque l’Entella, ma il tiro di Zaniolo finisce alto sopra la traversa. Nuova occasione biancazzurra al 33′ su punizione di cui si incarica il numero 4 Castagna: palla sulla barriera. Al 40′ annullato un gol a Zanimacchia. Un minuto più tardi grande tiro di sinistro di Mahrous respinto da Gaccioli. La partita si incattivisce e prima il direttore di gara, Paoli di Ascoli Piceno, non sanziona Mahrous per un entrata a gamba tesa, dopodiché estrae il giallo all’indirizzo del biancoazzurro Alluci, primo ammonito della gara al 43′. Dopo un minuto di recupero, si chiude il primo tempo con i rossoblu avanti per 2-0.

SECONDO TEMPO

La Virtus Entella rientra sul terreno di gioco con la volontà di riaprire subito la partita. Al minuto 51′ ammonito Zanimacchia per fallo su Casagrande, al minuto 8′ calcio d’angolo pericolo della formazione di casa, ma Rollandi è attento in uscite e respinge di pugno.

Al minuto 63′, dopo una bellissima progressione in solitaria di Raul Asencio che non porta però al 3-0, arriva la prima sostituzione rossoblu: Ierardi rileva Fassone per mettere centimetri in difesa. Tazzer avanza sulla linea di centrocampo. Al 71′, quando l’Entella si appresta a battere un piazzato dalla destra, Casagrande lascia il posto a Ganea.

In una partita ricca di cambi di fronte ma di tanta imprecisione, il numero 15 rossoblu Bruzzo prende il posto di Zanimacchia al 75′. Proprio dopo il cambio il neo entrato viene ben servito da Quaini, Raul spreca. Ed è proprio l’azione che fa da preludio al terzo gol, un minuto più tardi: a segnare da 40 metri Tazzer. All’82esimo Matarese rileva Logan.

Al minuto 86′ accorcia le distanza l’Entella con Mitta, che esulta polemicamente all’indirizzo del tecnico Castorina, che lo ha inserito soltanto intorno al 60′. Un minuto dopo 2-3 dell’Entella con Semprini: partita riaperta nell’arco di 120 secondi. Concessi 4′ di recupero: rossoblu che cercano di tenere il pallone lontano dalla loro metà campo.

Genoa che vince con paura nel finale. Ora i rossoblu se la vedranno con la vincente di Roma-Sassuolo.