La prima parte della terza giornata di Champions League ha quasi condannato all’eliminazione l’Atalanta, sconfitta per 5-1 all’Etihad contro il Manchester City, e lanciato la Juventus in testa al girone a soli tre punti dalla qualificazione. Domani sarà il turno di Inter e Napoli, impegnate rispettivamente contro Borussia Dortmund e RedBull Salisburgo.

La Dea passa in vantaggio nel primo tempo su rigore con Ruslan Malinovskyi e lo fa nel suo migliore momento, quello in cui l’avversaria di mister Guardiola spreca molto e l’Atalanta gioca in ripartenza con ordine e veemenza. Il gol è però l’iniezione di fiducia ch e scuote i padroni di casa, che rientrano in partita e la ribaltano grazie alla doppietta di Aguero completata da un rigore procurato da Masiello. Poi, nella seconda frazione, la tripletta di un incontenibile Sterling sancisce il 5-1 finale. La formazione bergamasca è ultima a zero punti e vede lontano anche il terzo posto utile per la qualificazione in Europa League, occupato oggi dallo Shakthar Donetsk a 4 punti. Serve un girone di ritorno di sole vittorie per cercare una miracolosa qualificazione.

La Juventus, dal canto suo, è salvata da Dybala che in tre minuti (77′ e 79′) trova la via del gol grazie al suo mancino. Nel primo tempo era stato Aleksei Miranchiuk, alla mezz’ora, a concretizzare un’ottima ripartenza della Lokomotiv Mosca con tiro finale di Joao Mario, respinta di Szczesny e successivo tap-in dell’attaccante russo. I bianconeri sono ora appaiati all’Atletico Madrid con 7 punti. Con una vittoria nel prossimo turno a Mosca, contro la stessa Lokomotiv, sono matematicamente agli ottavi di finale.

Nelle altre gare, rotonde vittorie di PSG e Tottenham contro Brugge e Stella Rossa. Una doppietta di Icardi e la tripletta di Mbappè regolano i belgi (5-0), gli Spurs rilanciano la corsa al secondo posto superando la formazione serba (5-0). Faticano anche Atletico Madrid (1-0 sul Bayer Leverkusen) e Real Madrid, coi blancos che faticano non poco nel portare a casa tre punti da Istanbul, in casa del Galatasaray. Alla fine la rete di Kroos risulta decisiva. Anche l’Olympiakos dà filo da torcere ai tedeschi del Bayern, che si impongono 3-2 con la rete decisiva di Lewandoswski sul filo del fuorigioco.