Dopo il taglio del nastro della Champions League con la vittoria del Napoli sul Liverpool (clicca QUI), i pareggi di Inter e Juventus rispettivamente contro Slavia Praga e Atletico Madrid e la pesante sconfitta rimediata dall’Atalanta di Gian Piero Gasperini in quel di Zagabria contro la Dinamo (clicca QUI), questa sera toccava all’Europa League aprire i battenti, in particolare a Lazio e Roma. Ad attendere le due italiane, i romeni del Cluj e i turchi del Basaksehir.

LE ITALIANE – La Lazio vista questa sera allo Stadionul Dr. Constantin Rădulescu di Cluj-Napoca è la brutta copia di quella che tifosi e addetti ai lavori si sono abituati a vedere negli ultimi tempi: queso lo dice il gioco opaco creato dagli uomini di Inzaghi, ma soprattutto il risultato finale: 2-1 per il Cluj. I biancocelesti, con gran parte dello zoccolo duro lasciato  dal tecnico in quel di Roma (Radu, Luis Alberto e Ciro Immobile, ndr), in questa prima gara di Europa League si sono dimostrati poco incisivi, in particolare modo sotto porta dove la coppia Caicedo-Correa ha tutt’altro che brillato. L’Aquila, per ora, è l’unica a zero punti: in testa al Gruppo E, proprio in virtù della vittoria odierna, ci sono i romeni, sopra a Celtic e Rennais (gara finita in pareggio) di due punti. Se da una parte del Tevere si raccolgono i frutti di un inizio di stagione travagliato, dall’altra si sorride: la Roma, difatti, si è imposta sui turchi del Basaksehir con un sonoro 0-4. La formazione di Fonseca inizia a divertire nel secondo tempo, dopoché il primo lo aveva concluso in vantaggio per via dell’autogol di Junior Caiçara. I secondi 45′ vedono una Lupa più pimpante, volenterosa di mettere in cassaforte il risultato: a Dzeko verrà prima annullato un gol, poco dopo però si rifarà sfruttando al meglio un’azione travolgente di Zaniolo. A proprio quest’ultimo, poi, toccherà  il terzo gol della serata con un destro a giro; sarà poi Kluivert al 93esimo a mettere la parola fine alla gara di stasera: Roma in testa al Gruppo J, composto da Wolfsberger, Borussia Moenchengladbach e, appunto, Basaksehir.

LE ALTRE PARTITE – Erano in tutto 24 le gare di Europa League in programma in questo primo giovedì di Coppa. Oltre alle due italiane, tra le altre, erano attese all’esordio anche Arsenal, Sporting Lisbona, Siviglia, Manchester United, Porto e CSKA Mosca. La sorpresa di giornata è senza dubbio la sonora sconfitta del CSKA per mano del Ludogorets (5-1), oltre che alla vittoria di misura dei Red Devils in casa contro l’Astana arrivata grazie al primo centro in Europa League del 17enne Mason Greenwood. Da segnalare anche il poker rifilato in casa del Moenchengladbach da parte degli austriaci del RZ Pellets WAC.


Champions League, Juve riacciuffata dall’Atletico. Atalanta, che batosta: 4-0 a Zagabria