La gara di andata nel turno preliminare fra Torino e Wolverhampton, valido per accedere alla prossima edizione di Europa League, sorride ai Wolves allenati da Nuno Espirito Santo. In vantaggio sul finire di primo tempo, su un calcio piazzato sporcato dal difensore Bremer, gli avversari del Toro fanno saltare il banco con le incursioni di Adamà Traoré, fondamentale nel servire Jota in occasione della rete che vale il raddoppio. I granata accorciano con De Silvestri ma faticano a contenere le imboscate in maglia arancione, subendo il colpo del KO a 10′ dal termine: Raul Jimenez approfitta di una difesa imbambolata e trafigge Sirigu. Sarà il capitano Belotti a ravvivare le speranze di qualificazione, conquistando e trasformando dal dischetto il gol del 2-3. Fra una settimana al Molineux, contro una squadra già rodata e con una rosa più ampia, servirà vincere. Per convincere ci sarà tempo.

NON È FINITA – Le parole a fine gara di Mazzarri“Eravamo un po’ contratti e non siamo stati fluidi nel palleggio come al solito; alla fine la squadra ha fatto una buona partita contro una squadra molto forte che fa delle ripartenze e in contropiede la propria arma principale. Siamo stati un po’ ingenui a concedere certe ripartenze, facendo certi errori che di solito in difesa non facciamo. Nel ritorno andremo a giocare la partita in maniera più sciolta e può succedere di tutto. Se ci comportiamo come in altre partite non è finita”.


Serie A: Sarri salterà Parma e Napoli. Il comunicato della Juventus