Le italiane impegnate negli Ottavi di Finale di Europa League incassano due sconfitte, un’eliminazione e più di qualche rimpianto. Il Napoli si fa rimontare dal Red Bull Salisburgo, passa in vantaggio ma cade sul punteggio di 3-1 senza tuttavia vanificare l’ampio vantaggio conquistato nella gara di andata. A segno Milik con una semirovesciata, poi Dabbur, Gulbrandsen e Leitgeb in pieno recupero.

L’Inter crolla a San Siro, colpita da una rete di uno scatenato Jovic in apertura ed incapace di rimontare un risultato sfavorevole in virtù delle reti in trasferta. La prova di forza messa in campo dall’Eintracht Francoforte, sospinto dai 16mila tifosi accorsi sotto la Madonnina. Non bastano le parate di Samir Handanovic, i nerazzurri fanno troppo poco per imbastire una rimonta e non prenderanno parte al sorteggio nell’urna di Nyon nella giornata di domani. L’eliminazione dall’Europa League potrebbe peraltro riaprire anche l’ipotesi di un derby fra Sampdoria e Genoa di domenica sera.

Il Chelsea di Sarri spadroneggia in casa della Dinamo Kiev, travolta con 5 reti dopo il 3-0 dell’andata. L’Arsenal rimonta sul Rennes, il Villarreal si conferma ed il Valencia beffa all’ultimo respiro i russi del Krasnodar. Ai supplementari passano Benfica e Slavia Praga, capace di buttar fuori il Siviglia grazie al rocamoblesco risultato di 4-3 portato a casa in Repubblica Ceca.