Termina sul risultato di 1-1 la sfida fra Betis Siviglia e Milan, a due settimane dalla sconfitta subita a San Siro di fronte agli spagnoli e a meno di tre giorni dal big match contro la Juventus. Lo Celso fa cadere nella paura i rossoneri che si piegano sulle fasce, faticano ad imporsi ma riprendono fiducia nel secondo tempo, rincuorati da uno spiovente tagliato da Suso e sfiorato dalla testa di Bakayoko, spiovente su cui può ben poco Pau Lopez.

Pepe Reina contribuisce a tener vivo il pareggio e a strappare un sorriso a Gattuso, spaventatosi insieme a tutti i presenti al Benito Villamarín quando Mateo Musacchio, colpito in maniera fortuita dal compagno Kessié, è caduto a terra privo di sensi. Non sono stati comunicati aggiornamenti sulle condizioni del difensore argentino, uscito in barella con un vistoso collare cervicale. La qualificazione ai sedicesimi di Europa League passerà dalla sfida casalinga contro il Dudelange (già rivelatosi avversario da tenere sott’occhio) e dalla trasferta nei pressi del porto del Pireo.

QUATTRO PASS – Dopo Lazio, Chelsea ed Eintracht Francoforte, sono anche Arsenal, Bayer Leverkusen, Dinamo Zagabria e Zurigo ad aver staccato un pass per il prossimo turno. Curiosa la posizione del Red Bull Salisburgo, che non può ancora festeggiare pur avendo conquistato 4 vittorie in altrettante partite: tutta colpa dei “cugini”, quel Red Bull Lipsia capace di pareggiare a Celtic Park e farsi riacciuffare in extremis, restando a -6 dal primo posto proprio insieme agli scozzesi di Brendan Rodgers. Finché c’è matematica, c’è speranza.