L’uomo che aveva chiuso i conti nella gara casalinga della Lazio contro la SPAL, li apre a distanza di cinque giorni nello stesso stadio, questa volta di fronte al Marsiglia dei vecchi rivali Rudi Garcia e Kevin Strootman. Si tratta di Marco Parolo, che porta in vantaggio la Lazio allo scadere del primo tempo e vede il compagno Correa raddoppiare in apertura di ripresa. 

I francesi incassano il pesante 2-1, accorciano le distanze con la stella Thauvin ma il muro biancoceleste regge alle insidie portate davanti a Strakosha nel finale. In virtù delle due vittorie consecutive ottenute proprio contro il Marsiglia, a poche settimane dalla bandiera bianca alzata a Francoforte (anche nel 4-1 contro l’Eintracht, l’unica rete laziale era stata messa a segno da Parolo), Simone Inzaghi e la sua Lazio si godono un posto di diritto ai sedicesimi di finale. 

SARRI C’E’ – Il Chelsea non brilla ma riesce a fare 4 su 4, qualificandosi di diritto al turno successivo con due giornate d’anticipo. In Bielorussia decide la rete di Olivier Giroud, il cui colpo di testa fa la differenza in una gara sofferta fino al 93′. Bate Borisov a più riprese vicino alla rete, sconfitto dai Blues ma ancora in corsa così come Paok e Vidi, vera e propria sorpresa in un girone non particolarmente complicato per gli uomini di Maurizio Sarri. Fa niente, come si dice in inglese: so far, so good