La giornata numero 27 di Premier League è ormai alle porte, delimitata ai suoi estremi da due sfide particolarmente interessanti e decisive: da una parte il North London Derby, dall’altra Antonio Conte contro la squadra che la passata stagione gli “consegno” lo scettro di campione d’Inghilterra con tre giornate di anticipo.

Se Tottenham ed Arsenal si giocheranno tutto in una gara cruciale per rientrare nella lotta Champions League, resa ancor più incandescente dalle parole di Wenger he abbiamo riportato in copertina (fonte Mirror Sport), il Chelsea dovrà allontanare tanto lo spettro delle due sconfitte consecutive (contro Bournemouth in casa e Watford a Vicarage Road, un gol fatto e ben 7 subìti) quanto le prime pagine che danno il tecnico italiano on the brink, con le ore contate ed un ultimatum recapitato da Roman Abramovich. Basterebbe una vittoria per rimettersi in carreggiata, basterà una vittoria? Domenica Benitez ritrova Mourinho e prova a fargli uno sgambetto, contro il Liverpool invece ultima chiamata per il Southampton di Pellegrino. L’esaltante 2-3 raggiunto dai Saints contro il West Bromwich Albion ha tolto momentaneamente la squadra dal terzultimo posto, che dista però solamente due lunghezze. Proprio il WBA rischia di perdere Jay Rodriguez, che “ha tempo fino al 16 febbraio 2018 per rispondere e difendersi” dalle accuse di atteggiamenti e frasi razziste nei confronti di Gaetan Bong.

AUBAMEYANG – Il gabonese è stato rapido, sensazionale, abilissimo ad entrare fin da subito nei cuori dei tifosi dell’Arsenal mettendo una firma a lato nella sontuosa vittoria proprio dei Gunners contro un Everton ancora poco pericoloso in trasferta. L’ex di giornata Theo Walcott questa volta non incide, Leicester (sabato contro il Manchester City) e Burnley (sabato in Galles contro lo Swansea) si allontanano.

Nel frattempo, spostandoci in Germania, la stella del Bayern Robert Lewandowski ammette come la partenza di Aubameyang dal Borussia Dortmund verso Londra abbia fatto sparire una parte delle sue motivazioni per la lotta alla classifica marcatori.

IL CANCRO NON HA COLORI – Il prossimo 24 Marzo sul campo del centro sportivo Simoni in Brescia, precisamente nel comune di Paratico, andrà in scena una gara “abbastanza amichevole” (come tengono a farci sapere da entrambe le parti) fra le rappresentanze italiane di Sunderland e Newcastle, squadre rivali in Inghilterra ma unite nel nome del piccolo Bradley Lowery e della sua fondazione. Amato da tutti, aiutato da molti, lo scorso 7 luglio la malattia ha avuto la meglio, ma le raccolte fondi per migliorare cure e studi sul neuroblastoma non si sono affatto fermate. Ecco che Massimo Assoni ed Enrico Milani, rispettivamente portavoce delle Italy Magpies bianconere e dei Black Cats of Italy biancorossi, si uniranno in nome della solidarietà con un match concluso da un terzo tempo piuttosto particolare tra festeggiamenti e “una raccolta fondi in tempo reale”.

Dove donare? All’indirizzo web: https://www.justgiving.com/fundraising/enrico-milani